Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Polemica, De Luca (5 Stelle) si sottopone al test anti-droga (negativo): "Ora aspetto che diano l'esempio anche i proibizionisti di destra"

"Servono vere politiche sociali volte alla prevenzione e alla riduzione del danno, piuttosto che la mera repressione spesso e volentieri intrisa di propaganda"

Test negativo. Il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Thomas De Luca, si è sottoposto volontariamente al test anti-droga per dimostrare che si può essere a favore del referendum sulla depenalizzazione e alla coltivazione di cannabis senza esserne automaticamente un assuntore. De Luca un po' ha voluto dare l'esempio, un po' ha voluto stanare gli esponenti di Lega e Fratelli d'Italia da sempre contro la legalizzazione delle droghe leggere. "C'è bisogno - ha spiegato - anzitutto che la politica dia il buon esempio. Per questo, come avevo anticipato nei giorni scorsi, mi sono sottoposto ai test antidroga che hanno dato ovviamente esito negativo. L'ho fatto perchè nei giorni scorsi il capogruppo della Lega in consiglio regionale, Stefano Pastorelli, aveva tirato in ballo il referendum sulla legalizzazione della cannabis per inquinare la campagna elettorale ad Assisi. Avevo chiesto al capogruppo Pastorelli di impegnarsi ufficialmente insieme a me sottoponendosi al test e convincendo i suoi colleghi di maggioranza a fare altrettanto. Ritengo che i giovani abbiano bisogno di messaggi coerenti ed azioni concrete più che delle parole". De Luca ha concluso che "chi si scaglia contro il referendum per la legalizzazione delle droghe leggere, di fatto favorisce le mafie". Lo seguiranno altri in consiglio regionale sulla strade del test anti-droga? 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemica, De Luca (5 Stelle) si sottopone al test anti-droga (negativo): "Ora aspetto che diano l'esempio anche i proibizionisti di destra"

PerugiaToday è in caricamento