Consiglio regionale, la lingua dei segni entra in aula per informare le persone audiolese

La svolta storia voluta dal Presidente Squarta e da tutto l'ufficio di presidenza. La convenzione

La lingua dei segni entra a Palazzo Cesaroni, sede del consiglio regionale, per garantire la partecipazione attiva delle persone sorde alla vita delle istituzioni. Tutto questo è reso possibile dalla convenzione siglata dall’Assemblea legislativa dell’Umbria e dall’Ente nazionale sordi-Umbria che prevede la realizzazione di servizi di interpretariato nella Lingua dei segni italiana (Lis).

“Sono orgoglioso - ha spiegato Marco Squarta - di poter dire che nei giorni scorsi l’Ufficio di presidenza, all’unanimità, ha deliberato la sottoscrizione della convenzione con l’Ente nazionale per la protezione e l’assistenza dei sordi onlus per assicurare un servizio di comunicazione istituzionale nella lingua dei segni. Tutto ciò avverrà – ha spiegato - attraverso video delle sedute d’Aula, conferenze stampa ed altre attività dell’Assemblea legislativa. Il nostro Consiglio regionale  è tra i primissimi in Italia ad aver sottoscritto accordi di questo genere. Noi politici – ha concluso -, per agevolare il compito degli interpreti, dovremmo soltanto sforzarci un po' a moderare la velocità del parlato, anche quando abbiamo tante informazioni da trasmettere. (https://tinyurl.com/y3ysvgq7(link is external) )”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Luciana Rossetti (presidente Ente nazionale sordi (Ens)-Umbria) ha spiegato che la convenzione rappresenta una svolta storica a livello umbro: "La Regione e l’Ente nazionale sordi hanno dato luogo ad un processo di avvicinamento come mai prima d’ora. É di grande importanza e rilevanza che l’Assemblea legislativa si apre alle persone sorde. I non udenti potranno finalmente sapere cosa accade attraverso sottotitoli ed interpreti professionisti che tradurranno il tutto nella lingua dei segni”. Alla presentazione anche i vice-presidenti dell'assemblea Paola Fioroni e Simona Meloni. Gli interpreti faranno parte della presidente Associazione interpreti lingua dei segni italiana -Anios- Umbria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento