menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'imbarazzo dei consigliere regionale: "5mila euro per non aver lavorato molto..."

Lo ha scritto su Fb, svelando l'accredito già inviato a tutti gli altri 19 neo-eletti e ri-eletti, Giuseppe Biancarelli che da imprenditore sa bene quanta fatica ci vuole per mettere in banca quella cifretta. Nessuna commissione, nessun consiglio regionale... ma arriva già lo stipendio

Per 20 giorni di non lavoro - zero commissioni ufficiali, zero assemblee e poche presenze in ufficio (in allestimento) - hanno già intascato la cifretta di 5.398 euro. Chi sono questi fortunati lavoratori? I nostri neo-consiglieri regionali dell'Umbria che sono stati ufficialmente proclamati lo scorso 10 giugno ma ancora non sono entrati in servizio. E non è stata comunicata neanche la data del primo consiglio regionale. 

Ma c'è anche chi ci rimane male e si dice imbarazzato (per il bonifico ricevuto) su Fb svelando tutti gli altri bonifici già prontamente inviati sui conti correnti dei nostri politici. Giuseppe Biancarelli, imprenditore eletto nelle file di Umbria più Uguale, ha così scritto sul suo profilo Fb: 

""5.398 (euro). Da ieri il mio conto corrente è stato accreditato di questa somma per le competenze di Consigliere regionale dal 10/6 (data della proclamazione) al 30/6. Provo un certo imbarazzo, considerato anche che in questo periodo non si è lavorato molto. A breve proporrò qualcosa di diverso, a partire da me stesso e senza cercare di impoverire nessuno". C'è rimasto talmente male da ribadire che bisogna fare qualcosa per i costi della politica e l'indennità degli eletti. Biancarelli da imprenditore sa benissimo quanto lavoro, fortuna e tasse da pagare ci vogliono per raggiungere, nel libero mercato, quei 5mila euro ricevuti a tempo di record e senza neanche aver dovuto fare una mezza riunione ufficiale. Ma gli altri perchè non dicono nulla? Se il bonifico è arrivato a lui... sarà arrivato anche agli altri 19 componenti. O No?

Ovviamente è tutto regolare. I regolamenti e le leggi dicono che scatta l'indennità dalla proclamazione. Ma se prova imbarazzo uno che beneficia di questo trattamento, figuriamo tutti gli altri 900mila umbri...
Ps: lo stipendio pieno si aggira intorno ai 6mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Umbria, sanità in lutto: è morto il dottor Giulio Tazza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento