Consiglio comunale, le disposizioni anti-slot in centro e a Fontivegge saltano: guerra in corso in maggioranza

Fratelli d'Italia lascia l'aula per due volte, salta il consiglio comunale che doveva ratificare le modifiche al regolamento sui giochi leciti. Secondo i rumors c'è una lotta interna tra il neo assessore Perari e gli esponenti della destra

Il gruppo di Fratelli d'Italia protagonisti di giornata nel consiglio comunale che doveva essere il più tranquillo del mondo dato che maggioranza e opposizione erano felici di lincenziare insieme le modifiche al regolamento comunale per le sale giochi e in particolari i giochi a pagamento (video slot, scommesse virtuali e video-poker). Tutto era stato deciso e concordato in commissione, con tanto di voto favorevole, alle nuove regole più stringenti: divieto di istallazioni di nuovi apparecchi nell'area della stazione di Fontivegge, orario di chiusura anticipato alle 1 invece che alle 3, il divieto in centro storico di sale gioco, dopo le polemiche per l'agenzia aperta nell'area di Porta Pesa. Insomma per una volta tutti contenti e felici.

Peccato però che Fratelli d'Italia - il partito più fedele al sindaco Romizi in questa legislatura- a sopresa ha lasciato per ben due volte l'aula in massa. Fatta eccezione per il consigliere Sorcini. L'opposizione si è ben guardata di garantire il numero legale che, spetta alla maggioranza in quanto tale, e quindi tutto rinviato, tutti a casa. Il Pd e la stessa Forza Italia hanno chiesto spiegazioni di questo comportamento di Fratelli d'Italia. Il presidente del consiglio comunale, Leonardo Varasano ha usato toni forti:  “Oggi -ha detto- è stata scritta una delle pagine più brutte di questa consiliatura.”

Ora la domanda è: perchè Fratelli d'Italia ha lasciato per ben due volte l'aula? E filo gioco d'azzardo e quindi non condivide le modifiche? No. Radio Palazzo dei Priori parla di un messaggio pesante indirizzato al neo assessore Massimo Perari di Forza Italia che starebbe riflettendo sull'opportunità di cambiare lo staff dell'assessorato scelto dall'ex assessore Prisco di Fratelli d'Italia. In ballo due part-time. I talponi da palazzo giurano di avder sentito volare grida e parole grosse nella stanza del neo amministratore. E' stato violato un accordo per il passaggio di consegne? C'è chi dice di s' qualora non fosse riconfermato il vecchio staff.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento