Congresso Pd Umbria, Torrini tira in ballo il segretario nazionale Zingaretti: "Cambiamento veramente radicale"

La risposta del candidato alla lettera aperta di Presciutti: "Niente più liste, scegliamo la classe dirigente migliore e poi il leader per guidarla"

"Rovesciare la piramide". Il candidato Alessandro Torrini risponde alla lettera aperta di Massimiliano Presciutti - candidato e sindaco di Gualdo Tadino, quella che chiedeva il rinvio ad anno nuovo per coronavirus - sul congresso del Partito Democratico dell'Umbria e tira in ballo il numero uno del Partito Democratico, Nicola Zingaretti. Il punto è: "Utilizzare l’Umbria come laboratorio, come sperimentazione per un nuovo e vero congresso inclusivo". E come? Con un "cambiamento veramente radicale". Ovvero: "Scegliere in ogni territorio, non su liste contrapposte e divisive, la migliore classe dirigente e solo dopo, scegliere la squadra e il leader che dovrà guidarla", spiega nella lettera di risposta. 

Congresso Pd Umbria, è ufficiale: quattro candidati alla segreteria regionale, tutti i nomi e le liste 

Partito Democratico dell'Umbria, conto alla rovescia per il congresso: le regole e le date

Il tutto in attesa della risposta degli organi di garanzia al ricorso di Francesco De Rebotti - candidato e sindaco di Narni - contro il via libera della commissione congressuale del Pd alla candidatura di Tommaso Bori - candidato e capogruppo in consiglio regionale - messa in dubbio dal primo ricorso per incandidabilità messo sul tavolo da Massimiliano Presciutti. In breve: Tenet più Inception più Memento, al quadrato.

Congresso Pd, la lettera aperta di Alessandro Torrini

Massimiliano, sono entrato dentro questa competizione congressuale a tempi pressoché scaduti proprio per testimoniare la mia contrarietà alle regole assurde che questo congresso si è dato. Dopo 18 mesi di commissariamento e aver perso in Umbria tutto quello che c’era da perdere, mi sarei aspettato un congresso aperto che volesse affrontare alle radici i problemi profondi del nostro partito e della nostra comunità. Così non è stato e secondo le regole discutibili del ‘partito contendibile’, si è voluto di nuovo un congresso competitivo, una prova muscolare degli uni contro gli altri, dei buoni contro i cattivi o non so cosa, contro non so cos’altro. Purtroppo, come da troppo tempo ci capita, anche in questa occasione non stiamo dando una grande immagine di noi. Noi crediamo che tutto continui a ruotarci attorno ma purtroppo sono molti anni che la nostra gente non si riconosce più in noi. In dodici anni, come PD abbiamo avuto quattro scissioni, cambiato sette segretari e due di essi hanno creato due nuovi partiti. Cosa deve ancora accadere per capire che dobbiamo cambiare verso?! Una comunità composita come la nostra, ha bisogno di un lavoro di continua cucitura, non di strappi, non di divisioni. L’idea della leadership imposta, se pur a maggioranza, in un partito, non funziona proprio.

Caro Massimiliano, molte delle storture che tu denunci in questa contesa congressuale, sicuramente con degli squilibri molto evidenti ed eccessi censurabili, sono insite nel meccanismo della competizione che io, come avrai capito, contesto con tutto me stesso. E allora, dato che ci legge anche il nostro Segretario, gli chiedo di utilizzare l’Umbria come laboratorio, come sperimentazione per un nuovo e vero congresso inclusivo, per scegliere in ogni territorio, non su liste contrapposte e divisive, la migliore classe dirigente e solo dopo, scegliere la squadra e il leader che dovrà guidarla. Quello che chiedo è di rovesciare la piramide, un cambiamento veramente radicale e questo credo che sia il momento migliore per farlo.

Caro segretario, ora mi rivolgo direttamente a te. Il PD dell’Umbria è nulla rispetto alla complessità dei problemi che devi affrontare ogni giorno e che ti si parano all’orizzonte ma a volte sono le piccole cose, i dettagli, che fanno la differenza. Piazza Grande è stata un sogno al quale molti di noi hanno creduto, o la realizziamo ora o mai più. Il coraggio e la voglia di cambiare non ci mancano ed io, se lo vorrai, insieme agli altri, sono a disposizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento