Politica

Coronavirus e Dpcm Conte, slittano i congressi dei circoli del Pd Umbria

Circolare da Roma per riorganizzare l'attività politica, falsa partenza del congresso Pd

A costo di ripetersi: colpo di scena (sì, anche stavolta con una lettera scritta e spedita da Roma). In una parola: rimandati. I congressi dei circoli del Partito Democratico dell'Umbria in programma questo fine settimana slittano causa coronavirus. 

Stefano Vaccari, responsabile nazionale organizzazione del Pd, scrive una circolare ai segretari regionali e provinciali del Partito Democratico. Titolo: "disposizioni sullo svolgimento in sicurezza dell’attività politica dopo il DPCM del 13 ottobre 2020".

Il punto, per quanto riguarda l'Umbria, è questo: "Fermo restando l’attenta analisi della curva epidemiologica che andrà fatta sui singoli territori, per i percorsi congressuali o di scelta dei candidati a Sindaco attraverso le primarie, avviati o da avviare nell’immediato, i rispettivi organismi dirigenti e le rispettive Commissioni congressuali adeguano subito o redigono i regolamenti per ridefinire i tempi di svolgimento, consentire la partecipazione al dibattito degli iscritti anche online (attraverso piattaforme per la videoconferenza) e disciplinando le modalità di voto in presenza per garantire la massima sicurezza nei seggi, diluendo le stesse in un arco temporale maggiore per evitare assembramenti". 

Tradotto in breve: slittano i congressi. Intanto si comincia con quelli di questo fine settimana, poi si vedrà. La commissione congressuale dell'Umbria - con la presidente messa in minoranza durante la riunione - è in attesa di nuove comunicazioni da Roma, visto che il regolamento dovrà essere riscritto.

Tra i candidati alla corsa - i famosi quattro del congresso più epistolare della storia - c'è chi apre la danza delle sportellate al super favorito Tommaso Bori. Il sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti (che si era messo in lockdown politico insieme a Francesco De Rebotti e Alessandro Torrini), accosta, si fa per dire, sul capogruppo in consiglio regionale recuperando un post: "Se vuoi possiamo parlarne di persona ed è la quinta volta che te lo chiedo, tanto per tua notizia i congressi sono stati sospesi e non poteva essere altrimenti". 

Francesco Giacopetti, candidato nelle liste di Francesco De Rebotti ed ex segretario comunale del Pd di Perugia, prende il ritmo della danza delle sportellate a Bori e rincara: "Ha vinto il buon senso: congresso Pd sospeso per approfondimento. Vista anche la situazione era quello che dovevamo. Però avvisate i candidati". 

La nota ufficiale del Pd Umbria - "Facilitare la presentazione online delle tesi congressuali e definire meglio le linee guida relative al voto nei circoli. E' questo l'obiettivo che si pone la commissione per il congresso del Partito democratico dell'Umbria attraverso un aggiornamento dei regolamenti e delle linee guida sanitarie da applicare alle procedure per l'elezione dei prossimi segretari regionale e provinciale. Un lavoro, quello di revisione delle modalità di voto, che potrebbe richiedere qualche giorno e che determina il rinvio dei congressi di circolo previsti nel weekend. La sospensione temporanea, che ci si augura possa non andare oltre la settimana, è condivisa con la segreteria nazionale Pd con cui è previsto a breve un confronto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e Dpcm Conte, slittano i congressi dei circoli del Pd Umbria

PerugiaToday è in caricamento