Comune, il centrosinistra: "Riconsegnare alla comunità il Cva di San Martino in Campo"

Ordine del giorno per impegnare la giunta di Perugia a terminare i lavori sulla struttura e a rimetterla a disposizione del centro socioculturale 'Il Gabbiano', che lo gestiva prima della chiusura

"Riconsegnare al più presto il Cva di San Martino in Campo al centro socioculturale 'Il Gabbiano' e all’intera comunità". Questo chiedono alla giunta di Perugia i consiglieri comunali di centrosinistra (Partito Democratico, Idee Persone Perugia e Rete Civica Giubilei) attraverso un ordine del giorno depositato nella mattina di oggi, lunedì 12 ottobre.

Il Cva, situato nell’area verde del quartiere (di proprietà comunale e gestita e curata appunto dal centro socioculturale 'Il Gabbiano') ospita diverse attività sportive e sociali come i corsi di ju-jitsu, pallavolo femminile, danza, ginnastica dolce per signore senza contare e costituisce per i non più giovani un naturale e prezioso punto di ritrovo e svago intorno al bar. Oltre a tutto questo funge poi da palestra per gli alunni dell’Istituto Comprensivo n.9, la cui attività risulta tuttavia oggi interrotta. 

La struttura, inaugurata nel 1974 e mai toccata dalla sua costruzione, necessitava di lavori relativi all’adeguamento della sicurezza antincendio e al tetto e gli interventi in questione, iniziati a novembre 2019, prevedano una durata di 120 giorni. A distanza di quasi un anno tuttavia, gli interventi non risultano ancora terminati e la struttura non è stata ancora riconsegnata. Questo disagio, grave ed evidente per la comunità di San Martino e non solo, è stata anche oggetto di una partecipata assemblea pubblica tenutasi la scorsa settimana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il centro socioculturale che gestisce l’immobile e l’area verde si è preso cura della zona ben oltre le sue possibilità, curando il verde pubblico circostante e il relativo decoro urbano – affermano i consiglieri firmatari dell'ordine del giorno -. Non si può tuttavia affidare una mole di lavoro così ingente e corposa esclusivamente all’associazionismo e al volontariato: si rende necessario un intervento comunale frequente e duraturo nel tempo. Anche perché  - chiosano - la chiusura, prolungata e immotivata, del CVA di San Martino in Campo non colpisce e danneggia solo i suoi abitanti, ma anche gli abitanti delle frazioni limitrofe: San Martino in Colle, Santa Maria Rossa, Sant’Andrea D’Agliano, Sant’Enea, Madonna del Piano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Flash | Ordinanza regionale della Tesei: alternanza lezioni a distanza e da casa per studenti delle Superiori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento