rotate-mobile
Mercoledì, 26 Giugno 2024
Politica

Perugia, intervista a Margherita Scoccia: "Siamo il governo del sì, dei conti in ordine e della Perugia-Futuro"

"Dall'altra parte ribadisco che non c'è chiarezza sulle grandi opere finanziate: c'è un ‘campo larghissimo’ che rischia di paralizzare la città dietro i continui «No»"

Intervista a Margherita Scoccia candidata del centrodestra più civici in vista del voto 8-9 giugno 2024.

Una campagna elettorale difficile, girata via dopo via, associazione dopo associazione, ma questo era scontato. Ma cosa ti ha lasciato dentro comunque esperienza comunque andrà? "È stata una campagna elettorale lunga e a tratti faticosa, abbiamo girato Perugia in largo e in lungo e avuto la fortuna di conoscere persone meravigliose che ci hanno arricchito soprattutto umanamente. Non so quante migliaia di mani abbiamo stretto, quante decine di migliaia di perugini abbiamo guardato dritti negli occhi promettendo un impegno forte e sempre finalizzato al bene della città e non degli interessi politici".

VIDEO Chiusura di campagna elettorale di Margherita Scoccia al Barton Park 

I perugini chiedono dunque un governo della città che sappia ascoltare i territori, chi fa impresa e chi è in difficoltà. Lei è pronta a questo sfida dal basso? "Il ruolo di sindaco, per come lo concepisco io, è quello di rappresentare tutta la città, di unire tutta la città, di farsi carico delle problematiche e delle aspettative di tutta la città, mai di una sola parte. Così è stato in questi anni con il sindaco  Andrea Romizi e così sarà con me, se i cittadini mi dovessero dare l’onore di ricoprire questo ruolo".  

Appare chiaro, dai toni della campagna elettorale, che oltre ad essere una scelta tra Margherita e Vittoria, tra due programmi decisamente fermi, emerge anche un voto che sa di referendum: completare la rivoluzione Romizi-Scoccia che dal centro alla periferia vanta progetti per 500milioni di euro, oppure cambiare senso di marcia dopo 10 di centrodestra nella speranza di trovare nuovi progetti, nuovi entusiasmi. Che ne dice?
«Io sono convinta che i perugini che andranno a votare per scegliere il futuro di Perugia sanno benissimo che si trovano ad un bivio: continuare a dare fiducia ad una amministrazione di centrodestra più civici che ha governato in questo ultimo periodo facendo rinascere Perugia e conquistando una serie di risorse mai viste dal dopo-guerra oggi grazie ad un lavoro serio e certosino. Risorse che vanno tutelate per non esser perdute. Senza dimenticare che dopo due mandati, senza aumentare le tasse, abbiamo risanato il bilancio dall’enorme ‘buco’ lasciato dalle amministrazioni di centrosinistra. Ma allo stesso tempo i perugini, di contro, potranno scegliere un nuovo corso alternativo che rappresenta però una incognita sui contenuti e sull'attuazione di certe idee. In campagna elettorale se ne sono sentite veramente tante. Il referedum, se vogliamo chiamarlo così, è tra chi vuole mettere il turno e andare avanti per concludere Perugia città del futuro e tra chi vuole mettere la marcia indietro".

Tu, e le liste a tuo sostegno, avete criticato certe posizioni della Ferdinandi e della coalizione rivale considerate un po' troppo generiche o addirittura giudizi e prese di posizione rinviate, vedi il Nodino di Perugia. Lo conferma?
"Mi lasci dire che noi siamo la coalizione del sì ad infrastrutture e progetti che tolgono Perugia dall’isolamento, che permettano nuovo sviluppo e quindi posti di lavoro in città. Una coalizione che ha idee chiare, progetti finanziati e che ha il coraggio di assumersi le proprie responsabilità. Dall'altra parte ribadisco che non c'è chiarezza sulle grandi opere finanziate: c'è un ‘campo larghissimo’ che rischia di paralizzare la città dietro i continui «No» a prescindere dalle conseguenze per i cittadini. Sono convinta che i perugini faranno la scelta migliore per loro e per la città. Io ci sono, io sono pronta e se avrò l'onore di essere sindaco di questa Perugia ribadisco che lo sarò di tutti e tutti saranno ascoltati"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, intervista a Margherita Scoccia: "Siamo il governo del sì, dei conti in ordine e della Perugia-Futuro"

PerugiaToday è in caricamento