Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Comunali a Città di Castello, Secondi parla da leader del centrosinistra e prova la strada dell'unità. Appello alla Bassisi

"Pronto a servire ancora i valori del coalizione ma auspico l'unità di questa area politica nell'interesse dei tifernati"


Luca Secondi parla già da leader - dopo l'investitura - del centrosinistra dell'Altotevere e prova ricucire piccoli strappi con quei movimenti civici, ambientali e i 5Stelle che hanno puntato su un'altra candidatura a sindaco: l'assessore Luciana Bassisi, fortemente voluta dai Civici X di Fora. Secondi, oltre al Pd, ha incassato il sì pesante del Partito Socialista Italiano - dell'attuale primo cittadino Bacchetta -, della Sinistra per Castello, Italia Viva e Azione. "Ringrazio  - ha spiegato Secondi - le forze politiche che hanno proposto la mia candidatura in coerenza con il supporto assicurato in questi anni all’amministrazione uscente, come approdo condiviso di un confronto finalizzato a definire una proposta politica nell’interesse della collettività e a individuare una persona che la rispecchiasse e la interpretasse. Senso di appartenenza alla comunità, equità sociale, solidarietà sono principi che ho sempre sostenuto e che sono determinato a rappresentare nelle idee, nei progetti e negli obiettivi per il futuro della città sui quali mi impegnerò da oggi insieme alle forze di Centrosinistra che hanno proposto la mia candidatura a sindaco e a quelle che si riconosceranno nei valori e nelle finalità che sapremo esprimere". Poi l'appello con il tentativo di ricucire, che non sarà facile dopo anni di divisioni. "A questo proposito rivolgo a Luciana Bassini - ha affermato - che negli ultimi anni ha condiviso tutti gli atti e gli obiettivi del governo cittadino senza alcun distinguo, l’invito a un confronto che possa esaminare possibili convergenze nel comune obiettivo di lavorare per i tifernati e unire, nell’ampiezza di vedute e sensibilità che esprime, l’intera area del Centrosinistra di Città di Castello”. Ora bisogna capire l'altra parte del centrosinistra, minoritaria, cosa intende fare: andare al primo turno spaccati oppure avviare una grande alleanza. Molto dipenderà anche dal centrodestra dove non solo non ci sono nomi ufficiali ma addirittura ci sono due blocci: la Lega da una parte e Fratelli d'Italia dall'altra dato che vuole candidare Lignani Marchesani. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali a Città di Castello, Secondi parla da leader del centrosinistra e prova la strada dell'unità. Appello alla Bassisi

PerugiaToday è in caricamento