Politica

Rifiuti, sospetti e indagini. Commissione eco-reati fa sul serio e torna a Perugia: Pietrafitta e Biondi recuperi nel mirino

Qualcosa non quadra, qualcosa non è come ci hanno detto? Forse. Sta di fatto che la Commissione torna per la terza volta in Umbria terra sempre di più di inchieste sullo smaltimento dei rifuti

Fa sul serio la commissione parlamentare di inchiesta sugli eco-reati e le attività illecità ambientale che ha deciso di tornare in Umbria per la terza volta - dopo due volte nel ternano - ma stavolta per ispezionare alcune discariche, i luoghi dell'ex Centrale Pietrafitta che molti definiscono - per il numero di tumori e le polveri interrate - la Terra dei Fuochi dell'Umbria. Gli ispettori-parlamenti saranno a perugia il 26 e 28 marzo.

"In provincia di Perugia - ha spiegato il presidente della Commissione Stefano Vignaroli - ci sono importanti inchieste giudizirie in corso, riguardanti lo smaltimento delle ceneri a Pietrafitta, le numerose irregolarità in alcuni impianti del Gruppo Gesenu, e in ultimo l'incendio alla Biondi Recuperi. La Commissione arriva sul territorio di perugia per approfondire gli illeciti sul territorio e mantenere altra l'attenzione". Nella delegazione romana ci sarà anche il deputato umbro Luca Briziarelli. Il ritorno in Umbria della Commissione è la dimostrazione che il ciclo dei rifiuti dell'Umbria non è stato limpido almeno nel passato recente. Nonostante tutto quello che ci hanno fatto credere fino ad oggi. L'Umbria è sempre meno verde?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, sospetti e indagini. Commissione eco-reati fa sul serio e torna a Perugia: Pietrafitta e Biondi recuperi nel mirino

PerugiaToday è in caricamento