Domenica, 21 Luglio 2024
Politica

Granocchia (Confesercenti): "Congratulazioni alla sindaca Ferdinandi, ma ora ripensare le politiche sul commercio"

Per il presidente dell'associazione è necessario aprire un confronto sulle città, sui centri commerciali e su altri temi collegati al commercio

“Abbiamo tenuto, come associazione, un atteggiamento super partes durante l'intera campagna elettorale, così come richiesto dall'essere un'associazione plurale, ma ora, a urne chiuse, non ci esimiamo dal fare le nostre più vive congratulazioni alla nuova sindaca di Perugia Vittoria Ferdinandi”. Sono le parole di Giuliano Granocchia, presidente Confesercenti Federazione Regionale dell'Umbria, all’esito del turno di ballottaggio nel capoluogo di regione.

“Non possiamo che augurarle cinque anni di buon lavoro per il bene della città di Perugia, per i suoi cittadini, per le centinaia di imprese che nella città operano. Tutti sanno quanto per noi sia importante un ripensamento delle politiche del commercio, augurandoci sull'importante questione una iniziativa nazionale che riveda la legislazione del settore, per questo ci auguriamo una rottura con la politiche dei centri commerciali che negli ultimi 20 anni non ha visto una soluzione di continuità - prosegue la nota di Granocchia - Avremmo dato questa indicazione insieme al documento che come Confesercenti abbiamo prodotto per tutti i candidati sindaco in questa tornata elettorale. Avremmo offerto a tutti, una importante lettura, un piccolo pamphlet di Alexander Mitscherlich dal titolo ‘Il feticcio urbano’ per noi la base di molti ragionamenti sulla città. Lo faremo alla prima occasione utile”.

La nota si conclude con “un saluto alla candidata Margherita Scoccia ed alla giunta uscente, sapendo che una sana ed intelligente opposizione è altrettanto utile per il confronto democratico e uno stimolo al buon governo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Granocchia (Confesercenti): "Congratulazioni alla sindaca Ferdinandi, ma ora ripensare le politiche sul commercio"
PerugiaToday è in caricamento