Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Partito Democratico dell'Umbria, tutti gli uomini e le donne del governo ombra del neo segretario Bori: la segreteria

Il leader presenta la 'squadra' e annuncia l'assemblea regionale programmatica per scrivere nero su bianco un progetto alternativo per l'Umbria

“Energie nuove, idee nuove, volti nuovi e non inventati”. Questa la linea scelta dal nuovo segretario regionale Tommaso Bori nella composizione della squadra che dovrà consentire al Partito Democratico umbro di “ritrovare credibilità nella progettualità e condivisione nella partecipazione”. Nella seconda assemblea regionale, dopo quella che lo ha proclamato leader, il capogruppo del Pd in Consiglio regionale declina le sue ambizioni per la nuova stagione dem, che si traducono in un’agenda fitta di appuntamenti, dalle agorà all’assemblea programmatica.

LA NUOVA SEGRETERIA:

Responsabile dipartimento Organizzazione: Daniele Gallina. Responsabile laboratorio Comunicazione: Luca Preziosi. Coordinatore della Segreteria e PNRR: Jospeh FlagielloEuropa, Cultura, partecipazione e beni comuni: Francesca Malafoglia. Turismo, promozione territoriale, agricoltura e transizione ecologica: Maurizio TalantiCoordinatore iniziativa politica Italia mediana: Stefano Gabrielli. Salute: Marco Cardile. Pari opportunità: Letizia Guerri. Radicamento territoriale, statuti e regolamenti: Letizia MicheliniScuola, università e ricerca: Massimo Moretti. Innovazione, infrastrutture e mobilità alternativa: Graziano Angeli. Politiche pubbliche e servizi pubblici: Giorgio Dionisi. Lavoro e digitalizzazione: Daniele Lombardini. Diritti sociali e civili: Manuela Pasquino. Politiche e governo del territorio: Roberto Lombrici. Sviluppo economico e rapporti con le imprese: Patrizia Rossi. Coesione sociale e inclusione: Catia Massetti

Invitati Permanenti: Enzo Santucci (Tesoriere); Camilla Laureti (segretaria provinciale Perugia); Fabrizio Bellini (segretario provinciale Terni); Michelangelo Grilli (segretario giovani democratici); Erika Borghesi (vice presidente Cal Umbria); Moreno Landrini (vice presidente Anci Umbria); Damiano Bernardini (responsabile coordinamento amministratori); Cristina Papa (presidente Assemblea).

Assemblea del Pd, Bori è il segretario regionale: "Isolare il populismo"

“Con il contributo di tutti, ciascuno secondo le proprie inclinazioni e possibilità, nello spirito plurale, aperto e democratico che ci identifica - spiega Bori - vogliamo rimettere al centro dell’azione politica contenuti e progetti e al centro del percorso partecipativo le persone”. Lo sforzo, sottolineano dal Pd, sarà tutto concentrato sul confronto e sulla elaborazione, da un lato accompagnando anche sul territorio regionale il viaggio della mongolfiera delle Agorà democratiche, le piazze di partecipazione fisica e virtuale volute dalla segreteria nazionale, dall’altro dando corpo e anima all’assemblea programmatica già annunciata dal segretario.

Partito Democratico dell'Umbria, prove di tregua: "Ricostruire con il contributo di tutti"

“Non sarà un evento - aggiunge Bori - ma un percorso di ascolto e confronto che ridefinirà un progetto alternativo per l’Umbria, con le nostre priorità e la nostra agenda politica”. Sarà articolata su gruppi di lavoro e declinata secondo lo schema delle missioni del Piano nazionale di ripresa e resilienza; al centro lavoro e sociale, nuove povertà e diritti, crescita e sostenibilità, ambiente e digitale. Capitolo a parte per uno dei temi su cui i dem sono già da tempo al lavoro, la costruzione dell’Italia mediana. “Vogliamo definire la nostra proposta, il nostro modello di sviluppo e la nostra visione per l’Umbria in un momento storico straordinario, che ci chiama tutti, chi governa e chi sta all’opposizione, a sfide inedite e che richiedono lungimiranza e coraggio. Abbiamo la possibilità di modellare un futuro nuovo e di migliorare la qualità della vita delle comunità che rappresentiamo. Alcune difficoltà vanno corrette, con spunti che ci consentano di spendere e non sprecare le risorse inedite e ingenti che arriveranno da qui ai prossimi anni”.

La conferenza, nei piani del Pd, dovrà rappresentare un momento per ricucire gli strappi consumati ed è per questo che la nuova segreteria è stata costruita in uno spirito plurale e inclusivo, puntando su donne e giovani (“perché quella di genere e quella dei giovani - dice ancora Bori - sono due grandi questioni urgenti in Umbria”), e dimostrando attenzione su competenze, sensibilità e territori. Quindici componenti, più gli invitati permanenti; deleghe tematiche che restituiscono la cifra dell’impegno dei dem per il futuro del’Umbria; attenzione al ruolo degli amministratori e alla necessità di una rete tra chi porta la responsabilità del governo dei territori nelle istituzioni. “La segreteria sarà da subito al lavoro - conclude il segretario - per accompagnare gli appuntamenti di contenuto e per lanciare la campagna di tesseramento e la stagione delle feste democratiche”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partito Democratico dell'Umbria, tutti gli uomini e le donne del governo ombra del neo segretario Bori: la segreteria

PerugiaToday è in caricamento