rotate-mobile
Politica

Mondo cattolico, al via campagna per modificare il finanziamento ai partiti

I gruppi consiliari dell'Udc, dell'ex candidato a sindaco Pino Sbrenna e della lista Perugia di Tutti ha promosso la nuova legge di iniziativa popolare. I cittadini sceglieranno chi finanziare

I gruppi consiliari dell'udc, della Lista Civica Perugia di Tutti e dell'ex candidato a sindaco per il centrodestra, Pino Sbrenna, hanno lanciato martedì 15 maggio la raccolta di firme a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare la legge sui finanziamenti dei partiti che sono entrate nel mirino della stampa e dell'anti-politica. 

La proposta è portata avanti dai consiglieri Pino Sbrenna, Mauro Cozzari e Teresa Bellezza. Il metodo che si propone porta in capo ai cittadini la scelta di finanziare i partiti anche se ne lascia  in gran parte l'onere a carico dello Stato. Il meccanismo adottato è molto semplice: lo Stato riconosce ai cittadini un certo credito d'imposta pari al 95 per cento del contributo che essi versano con un limite massimo di 2mila euro. Il tutto tramite uffici specializzati: il costo effettivo per il cittadino sarà di 100 euro mentre il restante 1900 euro sarà a carico dello Stato. Il disegno di legge apre il finanziamento dei cittadino anche ai movimenti politici e di cultura politica esistenti e di nuova costituzione.
 
La presentazione della raccolta firme anti-finanziamento ai partiti è stata condita anche da spunti politici per il rinnovamento della classe dirigente dell'area cattolica. "In Italia si cambiano leggi e nomi dei partiti per fare in modo che nulla cambi - ha spiegato il consigliere Otello Numerini dell'Udc - ma resta sia la stessa classe dirigente che i privilegi. Questo non permette un reale cambiamento". Mentre per Pino Sbrenna serve una nuova legge elettorale nazionale "che ridia ai cittadini la possibilità di eleggere i propri rappresentanti tramite le prefenze". Più forte l'attacco del capogruppo Udc, Mauro Cozzari: "Bisogna essere onesti: chi ha governato in questi ultimi 20 anni non è certo credibile a lanciare un nuovo partito ora: questo vale anche per casini e il Partito della Nazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondo cattolico, al via campagna per modificare il finanziamento ai partiti

PerugiaToday è in caricamento