Politica

Caso Ruspolini in casa Lega, la consigliere della Peppucci: "Solidarietà al vice-sindaco: no alle logiche del partito per pochi"

Nuovo capitolo dello scontro in casa leghista dopo l'uscita dell'amministratori di Todi, la replica di Caparvi e Alessandrini, ora la solidarietà della consigliere regionale Peppucci

Si complica la rottura in casa Lega Umbria che parte dal basso - il caso del vice-sindaco di Todi Ruspolini che se ne è andato sbattendo la porta - per arrivare oggi in alto: la consigliera regionale Francesca Peppucci contro il segretario onorevole Caparvi. I due in verità non si sono mai amati fin dai tempi della campagna elettorale per le Europee dove la Peppucci correva contro Pastrorelli (briziarelliana la prima, caparviano il secondo). Dinamiche politiche che fanno parte del gioco della politica da che mondo è mondo. Un po' più grave è quando i panni si lavano in pubblico tra apicali. 

La consigliera Peppucci, 24 ore dopo, ha voluto difendere il vice-sindaco Ruspolini non risparmiando colpi di fioretto verso segretario e vice-segretario: "Ruspolini ha seguito il mandato - ha scritto - che gli è stato dato dagli elettori nel rispetto dei cittadini, delle linee del partito e di Matteo Salvini. La sua scelta di uscire dal partito mi rattrista profondamente, ma, allo stesso tempo, comprendo e condivido i motivi delle sue dimissioni da un partito che, purtroppo, non lo ha supportato e sostenuto nonostante gli importanti risultati raggiunti anche nella gestione della pandemia da Covid-19. In questi anni, con lui e il consigliere Enzo Boschi, siamo riusciti a concretizzare una serie di obiettivi che ci hanno permesso di raggiungere risultati elettorali tra i più alti della Regione Umbria, non solo quelli richiamati da Adriano nel suo comunicato, ma anche i molti lavori di manutenzione nel centro storico e nelle frazioni, la riduzione della Tari, il rilancio del territorio. Continueremo a farlo nell'interesse dei cittadini da qui alla fine del mandato anche sostenendo convintamente l'Amministrazione alle elezioni comunali del prossimo anno". 

Dopo la solidarietà e il sostegno al vice-sindaco, l'affondo politico in vista anche del congresso che sarà celebrato nei prossimi mesi: "Se nell'ultimo anno si fosse lavorato per il bene del partito e dei cittadini senza rispondere alle “logiche per pochi”, oggi la Lega non perderebbe uno dei migliori amministratori locali della nostra regione e la maggior parte degli iscritti di una sezione. Intendo inoltre disssociarmi da quanto affermato dai vertici in merito alla presunta indisponibilità al confronto del vicesindaco Ruspolini con i quadri locali e regionali. Al contempo, sono delusa dal fatto che I vertici del partito non abbiamo speso nemmeno una parola relativamente alle questioni più volte sollevate da me, dal vicesindaco Ruspolini e da tantissimi iscritti, il silenzio continua ad essere assordante persino in merito all'inaugurazione della sede da cui siamo stati esclusi, figurarsi su tutto il resto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Ruspolini in casa Lega, la consigliere della Peppucci: "Solidarietà al vice-sindaco: no alle logiche del partito per pochi"

PerugiaToday è in caricamento