menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo l'intervista arriva la replica dell'assessore: "Ho solo aperto una discussione ampia sulla sicurezza"

La richiesta di dimissioni è arrivata da molti ambiti del Pd e del centrosinistra, ma l'assessore ha voluto ribadire il suo pensiero spiegando di non aver accusato nessuno. "Boccali mi vuole querelare? E perchè?"

"Non mi sembra di aver accusato nessuno. Ho premesso che il sindaco Boccali è una brava persona, durante l'intervista, e quindi non capisco perchè mi dovrebbe querelare: su quale base?". è sereno l'assessore Francesco Calabrese dopo la sua intervista ad un quotidiano dove ha detto la sua sui potenziali rischi di contaminazione tra organizzazioni mafiose e il potere politico. L'assessore aveva lanciato un sasso nello stagno scrivendo anche su Fb di "una potenziale provocazione da parte di certi poteri alla base delle spaccate in centro storico". Dall'ex sindaco Boccali fino all'ultimo circolo del Pd perugino vogliono la sua testa e lo accusano di parlare di cose gravi senza avere nulla in mano.

"C'è stata una reazione sproporzionata contro di me da parte del Pd e del centrosinistra" ha continuato Calabrese "Ho espresso dei dubbi aprendo una discussione che si basa anche sulla relazione della Commissione anti-mafia dell'Umbria e su due importanti inchieste sulla 'ndrangheta a Perugia. Un fenomeno criminale che esiste ed è ben radicato dagli anni '70 ad oggi. La politica ha il compito di interrogarsi su quello che gli accade intorno ragionando anche su aspetti che apparentemente potrebbero non manifestarsi nell'immediato. Tutto qua".

Calabrese si concede una battuta: "Il Pd dovrebbe essere contento del sottoscritto... con una intervista ho ricompattato il loro partito e riportato alla ribalta Boccali". Sulla richiesta di dimissioni è chiaro: "Io non lascio perchè voglio che la Giunta si batta su dei valori importanti: tra cui la sicurezza. Io continuo a lavorare ma come sempre il mio mandato è nelle mani del sindaco che mi ha nominato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento