Carceri umbre | Agenti di polizia contagiati, la Lega: "Il Ministero intervenga: serve più personale"

Questa nuova emergenza da coronavirus deve essere affrontata urgentemente per tutelare la loro salute

I parlamentari della Lega, Simone Pillon, capogruppo in Commissione Giustizia al Senato e Riccardo Augusto Marchetti, Vicepresidente Commissione Giustizia alla Camera esprimono "solidarietà agli agenti di Polizia Penitenziaria contagiati dal virus" e chiedono "interventi immediati del Ministero competente, a tutela della salute del personale delle carceri". 

Secondo Pillon e Marchetti: "Il Governo, anziché individuare come unica soluzione quella di svuotare le carceri, deve impegnarsi nel garantire la sicurezza degli agenti di Polizia penitenziaria mediante la somministrazione di idonei presidi sanitari e soprattutto predisponendo adeguate procedure per prevenire i contagi".

"Gli istituiti penitenziari - hanno ribadito i leghisti -  sono già in una situazione di stress, dovuta allo scarso numero di agenti e al sovraffollamento di detenuti. Questa nuova emergenza da coronavirus deve essere affrontata urgentemente, per garantire, allo stesso tempo, livelli di sicurezza e tutela della salute, prevedendo anche l'invio di personale di rinforzo nelle carceri umbre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento