menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni 4 marzo 2018, le candidature del centrodestra prendono forma: i nomi in pole per Camera e Senato

La coalizione di centrodestra ci crede e almeno in Umbria sembra marciare in maniera compatta senza farsi guerra per i collegi all'uninominale per Camera e Senato

La coalizione di centrodestra ci crede e almeno in Umbria sembra marciare in maniera compatta senza farsi guerra per i collegi all'uninominale per Camera e Senato. Una spartizione onesta, accettata da tutti, sulla base dei consensi maturati direttamente alle ultime regionali e sui sondaggi che arrivano da Roma. L'Umbria è troppo piccola anche per dare spazio alla formazione di Noi per l'Italia per quanto riguarda i collegi di coalizione. La quarta gamba del centrodestra tenterà l'impresa di eleggere un proprio rappresentante al proporzionale dove presenterà lista e candidati. 

Ma andiano per ordine. La trattativa è arrivata ad un buon punto: c'è uno schema chiaro accettato da tutti. Partiamo dalla formazione di destra: Fratelli d'Italia - sondaggio tra il 6/8 per cento in Umbria -. L'assessore del capoluogo, Emanuele Prisco, è in pole per il collegio di Perugia 1 che è considerato di fascia 2 (il centrosinistra è avanti ma di alcuni punti in percentuale e quindi il verdetto sulla carta è ancora tutto da scrivere). Ma lo stesso Prisco dovrebbe essere il primo in lista al proporzionale alla Camera. Dunque in odor di elezione. Al Senato: capolista invece l'ex consigliere regionale Franco Zaffini. Nessuno dei due collegi al senato vedrà invece un uomo o una donna di Fratelli d'Italia. 

Lega Umbria - tra il 10-12 per cento secondo gli ultimi sondaggi- Al movimento di Matteo Salvini andrà il collegio alla Camera di area vasta che dall'Altotevere passando Gualdo-Gubbio arriva fino a Foligno. In pole il vice-sindaco di Nocera Umbra, attualmente vice-segretario regionale della Lega, Caparvi. Al proporzionale come capolista è ancora tutto da decidere: si fa il nome di un esponente nazionale Barbara Saltamartini, se così non fosse è derby tra Caparvi e Marchetti.  

Alla Lega Umbria andranno i due collegi al Senato: al 100 per cento sarà candidata la sindaca di Montefalco Tesei. Luca Briziarelli sarà candidato al Senato ma al momento non c'è certezza se al collegio uninominale o come capolista al proporzionale. Uno dei due a secondo delle strategie dei vertici nazionali della Lega. 

Forza Italia - tra il 13-15 per cento secondo gli ultimi sondaggi - Nel partito berlusconiano le acque sono più agitate più che altrove. Di sicuro c'è solo che a Fi spetterà il collegio uninominale di Terni alla Camera (considerato uno dei migliori per centrodestra ma anche per il movimento 5 stelle). La coordinatrice Polidori dovrebbe otterene la doppia candidatura: sia al proporzionale (come capolista) che al collegio. Gli altri tre nomi da piazzare tra Camera e Senato sono Pietro Laffranco, Raffaele Nevi e Fiammetta Modena.. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento