menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il blog di Franco Parlavecchio - Dai Matteo dillo una volta per tutti: "Abbiamo perso..."

E’ vero che si eleggevano solo dei sindaci, alcuni molto significativi, ma è evidente che un test così importante e così chiaro nel risultato, ha anche un forte valore politico.

Dai Matteo! Guardati allo specchio e prova a dire “abbiamo perso le elezioni!”.  Inutile fingere postando schemi che sanno di artificiale; non ci crede nessuno e poi continuare a far finta di niente quando la casa ti crolla addosso, assomiglia a quel ferro vecchio che hai rottamato. Perfino Grillo che è stato massacrato dalle ultime elezioni amministrative ha finalmente ammesso che, se non rimette assieme i pezzi litigiosi che ha cresciuto, non avrà nessun futuro.

E’ vero che si eleggevano solo dei sindaci, alcuni molto significativi, ma è evidente che un test così importante e così chiaro nel risultato, ha anche un forte valore politico. L’abbraccio locale tra il PD e la Sinistra non ha portato bene, anzi.  Soprattutto la spinta che avrebbe dovuto dare lo ius soli, di punto in bianco calendarizzato in Parlamento, è stato un vero boomerang; indipendentemente dal merito della proposta, sono stati proprio sbagliati i tempi.

E poi forse ora non risulta chiaro il perché allearsi da un lato con Pisapia che ancora rilancia Prodi ed un Enrico Rossi, diventato “nemico” di recente quando fa affermazioni sulla sicurezza degne di uno che negli ultimi dieci anni sembra uscito da casa solo con la scorta..Ora le scelte saranno molto difficili per Renzi, soprattutto perché è vero che internamente è sempre tutta una polemica, ma la differenza la faranno non le alleanze ma le scelte politiche nette in un Paese che ha bisogno di identità e di credibilità.

E’ evidente che la legislatura arriverà al termine, nessuno ha interesse ad accelerare. E secondo me nulla è ancora scontato. Molto dipenderà anche dalle regole, da quella legge elettorale che sembrava imminente e che ora pare che tutti abbiano dimenticato. Analizzare le ragioni di una sconfitta significa anche prepararsi per vincere, perché la partita deve ancora iniziare.   Ed un modello da seguire già esiste ed ha dichiarato in questi giorni “ è urgente un nuovo patto sociale per il lavoro, che riduca le ore di lavoro di chi è nell’ultima stagione lavorativa, per creare lavoro per i giovani che hanno il diritto-dovere di lavorare. Le “pensioni d’oro” sono un’offesa al lavoro non meno grave delle pensioni troppo povere, perché fanno sì che le diseguaglianze del tempo del lavoro diventino perenni”.    Non è il nuovo leader del centro sinistra, è solo il Papa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento