Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Umbria esclusa dal bando "Sport e periferie 2020", Prisco (Fdi): "Intervenga il presidente Draghi"

L'80% dei finanziamenti va al Sud, escludendo i progetti per l'Umbria

L'Umbria è stata esclusa dal provvedimento "Sport e periferie 2020", non essendo stato riconosciuto come meritevole alcun progetto.

Il deputato umbro Emanuele Prisco (Fdi) con un’interrogazione al presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, chiede correttivo all’istruttoria ministeriale del bando. "Molte città umbre, che pur avendo partecipato con progetti rispondenti a quanto previsto dal bando, e in quanto tali finanziabili, non riceveranno gli agognati 700 mila euro cadauno perché l’80% del totale dello stanziamento previsto dal bando stesso deve necessariamente andare al sud d’Italia - afferma Prisco - Questi sono Terni, Umbertide, Bastia Umbra, Paciano, Assisi, Bevagna e Città della Pieve - Le risorse complessivamente destinate sono state pari a 300 milioni di euro, ma
su 3.380 domande pervenute da Regioni, Province/Città Metropolitane, Comuni, Federazioni sportive nazionali, Discipline sportive associate, Associazioni e Società sportive dilettantistiche risultano finanziati circa 500 interventi".

L’Allegato A individua oltre agli interventi finanziati anche quelli non finanziabili per il riparto 80% Mezzogiorno-20% Centro Nord, con l’indicazione del punteggio totalizzato. Come chiarito dal Decreto di approvazione della graduatoria medesima, nell’allegato A viene infatti data evidenza anche dei progetti non finanziabili, pur se meritevoli di punteggio da parte della Commissione di valutazione, per insufficienza di risorse economiche, considerati i predetti vincoli afferenti all’utilizzo delle risorse FSC.

"Tra i progetti meritevoli di finanziamento risulterebbero infatti i progetti di diversi capoluoghi umbri, penalizzati però da questa clausola che vuole l’80% dei fondi disponibili destinati al sud - chiede Prisco - Servono correttivi da applicare per rispondere ad evidenti esigenze compensative nei riguardi di quegli interventi qualificati e qualificanti che sono stati discriminati a favore di interventi meno qualificati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria esclusa dal bando "Sport e periferie 2020", Prisco (Fdi): "Intervenga il presidente Draghi"

PerugiaToday è in caricamento