Politica

Ballottaggio a Perugia, il Popolo della Famiglia si schiera con Margherita Scoccia

Inconciliabili le posizioni su maternità surrogata, carriere alias e trascrizione dei bambini "arcobaleno"

Il mondo cattolico si fraziona sul voto del ballottaggio a Perugia tra Margherita Scoccia e Vittoria Ferdinandi. Dopo l'appoggio di alcuni esponenti del cattolicesimo impegnato in politica per la candidata di sinistra, le precisazioni del sindaco Andrea Romizi che appoggia Scoccia, l'invito dell'arcivescovo Ivan Maffeis ad andare al voto e lasciarsi alle spalle il clima "al veleno" di questa campagna elettorale, il Popolo della Famiglia si schiera con il centro destra.

"Nello stesso programma elettorale di Vittoria Ferdinandi sono presenti molti passaggi in cui si confermano quelle ambiguità di intenti che, come Popolo della Famiglia, abbiamo sempre combattuto e ostacolato - si legge in una nota - Si preannunciano atti e provvedimenti amministrativi specifici antidiscriminatori con riferimenti espliciti alle trascrizioni dei certificati di nascita dei bambini 'arcobaleno' nati all’estero, al riconoscimento di qualsiasi formazione familiare senza distinzione e con particolare riferimento ai genitori LGBTQIA+, passando addirittura per una promozione dell’identità alias per i dipendenti dell’amministrazione comunale, una emergenza improrogabile per il settore pubblico che c’era francamente sfuggita".

Per il secondo turno di votazione per il Comune di Perugia, quindi, "il Popolo della Famiglia Umbria esorta tutto l’elettorato perugino a riflettere bene sui progetti, sui contenuti e sull’indirizzo politico che ciascun candidato ha evidenziato in questa campagna elettorale. Riconoscendo che il Candidato del centrodestra ha senza dubbio mostrato un approccio totalmente differente e meno ideologico rispetto al centrosinistra, coscienti che già con alcuni candidati consiglieri della lista Scoccia esiste una consolidata sintonia sui alcuni temi economici, ambientali e valoriali, invitiamo a votare Margherita Scoccia sulla scheda elettorale del 23 e 24 giugno prossimi" conclude la nota del Popolo della Famiglia che avvicina la candidata sindaca del centrosinistra alle posizioni del Pride sulla legalizzazione della gestazione per altri (o utero in affitto), avendo la stessa partecipata all'evento, auspicando un ritorno nel 2025 con il patrocinio del Comune di Perugia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggio a Perugia, il Popolo della Famiglia si schiera con Margherita Scoccia
PerugiaToday è in caricamento