Coronavirus, il Pd contro la Tesei: "Sui bus solo slogan: scarsa sicurezza e pochi uomini ai controlli"

Lettera aperta del maggior partito di opposizione a Palazzo Cesaroni: "Le risorse ci sono, le ha girato il Governo"

Insufficienti le misure di sicurezza per gli operatori del trasporto publico. Il Partito Democratico torma a puntare il dito contro la Regione in una lettera aperta, in teoria destinata alla Presidente Tesei, in pratica esclusivamente agli elettori-cittadini. Il maggior gruppo di opposizione rilancia le preoccupazioni di alcuni sindacati che temono per la salute del personale. 

“Come già denunciato dai sindacati – si evince nella lettera - riteniamo insufficienti le misure di sicurezza per gli operatori del trasporto pubblico locale. Manca personale e, di conseguenza, non è possibile contenere il numero degli accessi per ogni mezzo mettendo a rischio non solo i lavoratori, ma anche i passeggeri. Occorre quindi rivedere le linee guida per il settore, mettendo a disposizione ulteriore personale rispetto all’equipaggio oggi previsto sui mezzi e da terra, come ausilio nelle fasi maggiormente critiche dello svolgimento del servizio”. 

Il Pd chiede più personale sugli autobus per regolamentare afflusso e far rispettare l'utilizzo di mascherine e altre protezioni: "Il conducente è costretto suo malgrado a bloccare il mezzo e a chiamare la centrale aziendale o le forze dell’ordine. Una situazione surreale e inaccettabile, che potrebbe anche causare problemi di incolumità fisica per gli operatori e che la Regione ha l’obbligo di correggere. È  necessario che sia messo a disposizione tutto il personale necessario, considerando anche quello in ferie forzate”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'opposizione chiede alla Presidente Tesei di utilizzare tutte le risorse a disposizione, girate dal Governo nazionale per i trasporto: "Le risorse ci sono – concludono i cinque consiglieri regionali Pd – sono quelle del fondo nazionale, sono state trasferite alle Regioni per intero, anche per il periodo di servizio ridotto. Il personale deve essere poi obbligatoriamente dotato di mascherine Ffp2 e i mezzi pubblici devono essere opportunamente sanificati. È il momento di passare davvero alla fase 2, abbandonando la propaganda e lavorando concretamente per la ripartenza e la sicurezza di tutta l’Umbria”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento