La poltrona non è tutto. La lezione dell'assessore Calabrese: "Voglio tornare alla mia vita"

Sulla sua pagina facebook l'assessore spiazza tutti e dice cosa farà in caso di vittoria bis di Romizi nel 2019

Non è riuscito a non rispondere. L'uomo si sa è un moderato nei valori ma un istitivo, focoso politico sia sui social che in consiglio comunale. Francesco Calabrese, uno degli assessori più amati (dalla maggioranza) e più odiati (dalla minoranza), ha voluto rispondere tramite Facebook alla rubrica "foglie" de il Messaggero dell'Umbria dove si diceva in gra spolvero e pronto per un bis, in caso di vittoria di Romizi. In politica prima di dire addio ci si pensa almeno 100 volte anche perchè c'è il rischio di non tornare indietro. Ma Calabrese non ci ha pensato neanche una mattinata.

"Quattro anni fa non mi tirai indietro quando Andrea, appena eletto Sindaco, mi chiese di dargli una mano per realizzare il progetto che avevo contribuito a comporre. Particolarmente per quella missione piuttosto ambiziosa della Perugia Ultradigitale. Non era impegno compatibile con la mia vita (non a caso, da anni, avevo lasciato ogni diretto impegno politico), ma in quel giugno 2014 feci prevalere l’onore di poter servire la mia città, in un ruolo di diretta responsabilità, anche con il desiderio di realizzare missioni strategiche che possano rilanciare le prospettive della Perugia dove stanno crescendo i miei figli. Porterò a termine con il massimo impegno, sino all’ultimo giorno del mandato, questa parte di vita dedicata alla mia città. Dopodiché, anche nell’auspicabile caso i perugini vorranno dare continuità al nostro operato di questi anni, dovrò necessariamente tornare alla mia vita, per dedicarmi nuovamente a tempo pieno alla libera professione che ho dovuto sacrificare per un periodo già lungo".

Niente assessorato bis, anche se di pressioni ne sta subendo tante già adesso. Però sarà presente in campagna elettorale: "Contribuirò, ancora con il massimo impegno, a comporre il rinnovato progetto da proporre ai perugini per i prossimi cinque anni, anche nella serena consapevolezza che, veramente, contano innanzitutto idee e obiettivi, che anche nuove energie sapranno interpretare al meglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento