rotate-mobile
Politica

Comunali, Azione cresce e con i civici punta al terzo polo. "L'appello del Pd all'unità? Ancorato a vecchie logiche. Noi pensiamo al futuro..."

Il centro (Azione di Calenda, ma anche i rivoli ex democristiani fino ad arrivare ad Italia Viva) sta velocemente trovando uno spazio politico sullo scacchiere umbro. Di fatto, almeno alle amministrative, sta nascendo una sorta di terzo polo dove a Todi - ma prima a Spoleto e in altre territori più piccoli - ha ottenuto con Floriano Pizzichini qualcosa come il 15 per cento e con Azione abbondamente sopra il 4%. Leonelli ha ribadito, nonostante le offerte lanciate dal Pd Umbro, che l'obiettivo resta 2quello di un polo alternativo alla destra sovranista e alla sinistra populista". Insomma mai con la Lega ma neanche con il Pd che vuole restare saldato a quello che resta del Movimento 5Stelle:  

"Il risultato di Todi - ha detto Leonelli - si inserisce pienamente in quel panorama nazionale che vede da Alessandria a Palermo, passando per Parma, L’Aquila e Catanzaro coalizioni che protagoniste insieme ad altre liste civiche, portano i candidati sindaci tra il 10 e il 20%.  Si rafforza quindi una prospettiva alternativa ai poli tradizionali, che specialmente in Umbria, sembrano molto legati a vecchi schemi e prassi consolidate. Il PD si salda come in nessun altra regione italiana col M5s che centra risultati risibili come a Todi, e che si rende del tutto ininfluente all’esito elettorale, considerando che 5 anni fa il PD vinse ugualmente Narni al primo turno, avendo circa un 20% in più di voti di lista a Todi (che perse solo al ballottaggio), e un distacco ben più contenuto a Deruta dalla lista Toniaccini". Parole forti che non lasciano nessun spiraglio ad una alleanza semplicemente  anti-destre. Mai con i 5STelle con certa sinistra che girano intorno ai democratici.

Per eventuali alleanza prima bisogna sancire il diverzio ai grillini e poi i programmi veri per rilaciare l'Umbria. Lo spettro delle destre ai liberali di Calenda non fa la stessa paura che incute a Bori.  "Domani si torna al lavoro con un progetto chiaro per l’Umbria e forti di un’esperienza come quella delle amministrative che non può che rafforzare il percorso di un gruppo giovane, che vuole essere protagonista dei contenuti dell’Umbria nei prossimi anni.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, Azione cresce e con i civici punta al terzo polo. "L'appello del Pd all'unità? Ancorato a vecchie logiche. Noi pensiamo al futuro..."

PerugiaToday è in caricamento