rotate-mobile
Politica

Trenta sindaci umbri firmano per il green pass obbligatorio a scuola. Il leghista Mancini: "Follia, si viola il diritto allo studio"

Il presidente Presciutti va addirittura oltre: "Il Governo istituisca l'obbligo vaccinale"

Trenta sindaci umbri più il presidente regionale. Massimiliano Presciutti, hanno firmato l'appello di Ali nazionale Matteo Ricci per introdurre introdurre il green pass a scuola, evitando così un riorso alla didattica a distanza a causa dei preoccupanti aumenti di casi di Coroavirus.  “C’è il rischio concreto - si legge nel manifsto rivolto al Governo Draghi - visto l’aumento dei contagi, che da gennaio tutte le scuole italiane vadano in Dad. Non possiamo permetterlo. È nostro dovere tutelare sia il diritto al lavoro che il diritto all’istruzione. Con il Green Pass nelle scuole, prevedendo come per le altre categorie vaccino o tampone, preserveremmo la scuola in presenza e con essa un diritto costituzionale, quello dello studio e dell’istruzione. Se non agiamo subito introducendo il Green Pass rischiamo di ritrovarci con le scuole chiuse a breve, con la didattica a distanza indistintamente per tutti i ragazzi, vaccinati e non vaccinati, e con le gravi conseguenze – sanitarie, sociali, lavorative, economiche e psicologiche – che abbiamo già conosciuto in passato".

Il Presidente regionale di Ali-Autonomie Locali Italiane Matteo, nonché Sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti chiede sia il sostegno della Regione che addirittura l'istituzione quanto prima dell'obbligo vaccinale. " Ora ci aspettiamo che anche la Regione Umbria intervenga sulla questione e possa, vista la delicatezza dell’argomento, dare il proprio apporto affinchè il Green pass venga usato anche nelle scuole per evitare il ritorno alla Dad.  Oltre al green pass necessario per accedere alle aule,  mi auguro che il Governo valuti seriamente la possibilità di introdurre nuovi provvedimenti per cercare da un lato di limitare la pandemia e dall’altro di salvaguardare la salute e la sicurezza dei cittadini. Uno di questi potrebbe essere l’introduzione dell’obbligo vaccinale”.

Dalla presidente Tesei e dall'assessore Luca Coletto nessuna risposta ufficiale. Ma un no arriva dal consigliere regionale della Lega Valerio Mancini: “È vergognoso che alcuni Sindaci conducano una battaglia per costringere gli studenti ad esibire il Green pas per poter accedere ai locali scolastici. Il diritto all’istruzione è inalienabile e i giovani devono essere liberi di entrare in aula senza limitazioni di alcun tipo”. E ancora: "Con questa misura, tutti coloro che per scelta personale o dei genitori nel caso dei minorenni, non hanno effettuato il vaccino, potrebbero essere isolati o scherniti dai compagni. Ciascuno è libero di decidere cosa ritiene più giusto per la propria salute senza correre il rischio di venire discriminato dalla società. I Sindaci - conclude Mancini - si ravvedano e ritirino questa proposta assurda, in nome del diritto allo studio e dell’uguaglianza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenta sindaci umbri firmano per il green pass obbligatorio a scuola. Il leghista Mancini: "Follia, si viola il diritto allo studio"

PerugiaToday è in caricamento