Regionali 2015, L'Altra Europa con Tsipras sarà il nemico a sinistra del centrosinistra

Loro sono la sinistra che vuole raggruppare anche in Umbria i movimenti, cittadini e anche partiti (Rifondazione c'è) che lottano contro la Troika e contro il liberismo. Volpi (quasi) leader e candidato. Il punto sulle alleanze

"Non ci sono le condizioni, non c'è un programma condiviso e non c'è nulla che ci lega quando affrontiamo temi sull'Europa, sul precariato, sul lavoro e su sviluppo". Maurizio Giacobbe, portavoce di Perugia l'Altra Euopra con Tsipras, non lascia aperta nessuna porta al centrosinistra, non ci saranno colloqui per parlare di una potenziale alleanza con il Pd. Loro sono la sinistra che vuole raggruppare anche in Umbria i movimenti, cittadini e anche partiti (Rifondazione c'è) che lottano contro la Troika e contro il liberismo.

Saranno la spina nel fianco di un centrosinistra che fino ad oggi non ha mai avuto nemici a sinistra. Alle Europee presero il 5 per cento e a Perugia arrivarono tranquillamente al 6 per cento. Ma c'è da dire che al 90 per cento alle regionali non ci sarà l'appoggio di Sinistra Ecologia e Libertà che sta dialogando con il Pd per un'alleanza in vista delle Regionali 2015.

"Il nostro è un progetto che guarda lontano e non si fermerà, comunque vada, alle regionali 2015: i comitati sul territorio stanno  studiando un programma per l'Umbria. Noi vogliamo costruire il consenso e il movimento partendo dalle fondamenta e non dal tetto come fanno tutti gli altri partiti. Noi vogliamo la concertazione, la partecipazione e l'impegno dei cittadini; gli altri vogliono solo voti ed eletti. Per questo è ancora prematura parlare di candidati e liste. A Marzo ci saranno 5 giorni di studio sul programma e su come applicare rivendicazioni di sinistra nella nostra società": ha concluso Maurizio Giacobbe. Con lui alla conferenza stampa di presentazione del lavoro dell'Altra Europa con Tsipras anche Claude Saroufim del comitato di Perugia, Michele Vecchietti del comitato di terni, Lorenzo Falistocco giovani per Tsipras.

Curiosità: il segretario regionale di Rifondazione Enrico Flamini ha donato la bandiera di "Siriza" direttamente presa in Grecia durante i giorni della vittoria elettorale della sinistra. I rapporti con il Movimento 5 Stelle dopo l'apertura di Grillo alle forze politiche contro l'Europa delle banche? "Parlare con tutti e sempre... ma appare difficile immaginare un'alleanza con chi a livello europeo ha fatto gruppo con partiti populisti e con venature xenofobe": quindi per Claude Saroufim niente potenziale laboratorio politico umbro alle prossime regionali. C'è il tempo però per parlare del futuro candidato a presidente che dovrà sfidare la Marini, Ricci e il Movimento 5 Stelle. In molti parlano di un investitura del super-professore universitario Mauro Volpi: "Volpi è un autorevole esponente del comitato di Perugia con il quale il movimento si confronta spesso. Non smentisco ma neanche confermo la sua candidatura. Ma prima dobbiamo pensare al programma per cambiare l'Umbria poi i nomi. Vogliamo che sia il movimento il motore del cambiamento e non gli eletti come accade negli altri partiti". Insomma una sinistra dal basso, plurale e senza fretta per crescere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Documento Unico di Circolazione e bollo auto, cosa è cambiato nel 2020

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento