menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Adisu, nuovo commissario. L'Udu contro l'ex Ferrucci: "Dimissioni inopportune"

La sinistra universitaria appoggia la Regione e attacca l'ex amministratore dell'Agenzia: "Borse di studio a rischio, brutto gesto"

Fermo restando che il ballo del cerino per non pagare la mega penale per lo studentato della discordia a San Bevignate è ben lontano dall’esaurirsi, il cambio al vertice dell’Adisu, con scossone annesso firmato dal fuori tutti del professor Luca Ferrucci, non va esattamente giù all’Udu di Perugia. Le dimissioni dell’ex numero uno dell’Agenzia per il diritto allo studio dell’Umbria fanno infuriare la sinistra universitaria (che nel frattempo ha messo nella bacheca dei trofei il bis di Alessandro Biscarini).

L’Udu, per mano della coordinatrice Costanza Spera, riserva del miele alla Regione Umbria e del fiele a Ferrucci. La nomina superveloce del nuovo commissario di transizione, Maria Trani, scelta, parole dell’assessore Bartolini, “per gestire la vicenda San Bevignate”, in attesa che venga individuato un nuovo amministratore attraverso la procedura prevista dalla legge, viene descritta dalla sinistra universitaria come “una risposta tempestiva e positiva della Regione, dimostrando che il diritto allo studio resta una priorità di questa Amministrazione (cioè quella Marini)”. Quindi, scrive l’Udu, “ci attiveremo da subito con spirito di collaborazione, richiedendo un incontro alla dottoressa Trani per discutere le questioni prioritarie e cominciare ad attuare il nostro programma, che ha ottenuto un così ampio consenso dagli studenti alle ultime elezioni”. Politica la prima, buone maniere la seconda.

E poi c’è il fiele, dicevamo. Ancora parole di Costanza Spera: “Riteniamo che le dimissioni improvvise del dottor Ferrucci siano state un gesto inopportuno che non ha giovato all’Adisu e agli studenti, perché si sono messe a rischio una serie di questioni importanti che l’Adisu dovrà affrontare nelle prossime settimane: dalla copertura totale delle borse di studio al bando per i sussidi straordinari, dalle varie questioni sulle mense universitarie al collegio di Monteluce di prossima inaugurazione”.  In altre parole, il rinforzo dopo il “dimissioni incomprensibili” messo nero su bianco dalla Giunta Marini. Due è meglio che uno, diceva Accorsi parlando del gelato.  

In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento