Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Abbonamenti scolastici non usati causa Covid, Pd di Perugia all'attacco: "Mancano i rimborsi"

Interrogazione al sindaco Romizi e alla giunta

Rimborsi degli abbonamenti per il trasporto scolatico non utilizzati a causa del Covid, scatta l'interrogazione del Pd al sindaco e alla giunta di Perugia. Una situazione, scrivono i dem, "che grava ingiustamente sulle famiglie perugine, che si ritrovano ad aver pagato un servizio di cui non hanno usufruito". 

Il Partito Democratico, nell'interrogazione firmata da tutti i consiglieri del gruppo consiliare, spiega che "a seguito della diffusione da Covid-19, e del lockdown che ne è scaturito il tutto il Paese, a cominciare dalla scuola, rimasta chiusa in coincidenza con quasi l’intero anno scolastico, Busitalia ha previsto, per l’anno scolastico 2019-2020, la possibilità di un rimborso per le famiglie". 

E ancora: "Per l’anno scolastico 2020-2021, invece, risulta che non siano state previste misure di rimborsi o di compensazione o di conguagli, e a coloro che ne hanno fatto richiesta, è stato risposto che non sono stati predisposti al momento rimborsi per il mancato utilizzo a causa della pandemia da Covid-19 sugli abbonamenti sottoscritti a decorrere dal mese di settembre 2020".

Il Pd chiede quindi al sindaco Romizi "se abbia intenzione di intercedere presso Busitalia per pensare a misure di rimborso o compensazione o conguaglio, per venire incontro a tutti coloro che hanno pagato un servizio di cui non hanno beneficiato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbonamenti scolastici non usati causa Covid, Pd di Perugia all'attacco: "Mancano i rimborsi"

PerugiaToday è in caricamento