rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Politica

A sinistra pronti a tagliare fondi al Palio, Mori (Perugia Civica): "Perugia 1416 non si tocca: è storia e passione"

“A Perugia mancava una rievocazione storica nonostante l’Umbria sia una delle regioni italiane più ricche di rievocazioni e tutte le iniziative che promuovono Perugia sono importanti momenti di arricchimento culturale ed economico per la nostra città. Perugia 1416 è una festa per la città e, quindi, come tale da difendere”. Questo il commento di Emanuela Mori, consigliere del Comune di Perugia che ha ribadito il proprio impegno politico e personale in favore del palio di Perugia recentemente al centro di un forte dibattito a sinistra dove in molti vorrebbero negargli fondi pubblici e gli spazi cittadini. 

“In questa campagna elettorale – ha proseguito Mori – la sinistra sembra più concentrata a distruggere tutto ciò che è stato creato in questi 10 anni, piuttosto che fare proposte costruttive e proiettate verso strategie future. Tra le tante cose da rinnegare, la prima vittima sarà Perugia 1416, la manifestazione voluta e sviluppata dall’amministrazione Romizi con la saggia regia dell’imprenditrice Teresa Severini, attualmente presidente della Fondazione che organizza l’evento". 

Per e con il Palio, secondo gli organizzatori, più di 1000 cittadini impegnati e una città che ha riscoperto le sue radici medievali e la propria appartenenza ai 5 Rioni. “La sinistra – ha concluso Emanuela Mori – ha sempre mal digerito il successo della manifestazione e nel programma della loro candidata si evince il poco apprezzamento per l’evento che ha rinforzato il legame del popolo perugino alla sua storia a cui si aggiungono le aspre critiche che in una recente intervista l’ha definita ‘di bassa qualità, senza alcuna attrattività turistica’”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A sinistra pronti a tagliare fondi al Palio, Mori (Perugia Civica): "Perugia 1416 non si tocca: è storia e passione"

PerugiaToday è in caricamento