Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica

Il compleanno della Regione Umbria, cinquanta anni fa nasceva l'ente di governo regionale

Un incontro pubblico per riflettere su quanto fatto e come affrontare le sfide del futuro

Le Regioni compiono cinquanta anni. Per ricordare quel momento e la storia di questo mezzo secolo, si è svolto un incontro, nella Sala dei Notari, coordinato dal commissario dell’Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea, Valter Biscotti, sono intervenuti la presidente della Regione, Donatella Tesei, il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, le due vicepresidenti dell’Assemblea legislativa, Paola Fioroni e Simona Meloni, e l’ex consigliere regionale Francesco Innamorati e, per la parte storica, la soprintendente archivistica e bibliografica per l’Umbria, Giovanna Giubbini.

“Il cinquantesimo anniversario dell'istituzione della Regione Umbria non può non essere vissuto come un momento di autentica riconciliazione per un territorio che, unito e rispettoso dei localismi, guarda al suo futuro affinché si possano ulteriormente rafforzare il senso di responsabilità, le motivazioni e lo spirito di squadra, basando la nostra azione sui principi di sussidiarietà, adeguatezza e leale collaborazione” ha detto il presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, Marco Squarta.

La soprintendente archivistica e bibliografica per l’Umbria, Giovanna Giubbini, ha voluto ricordare dove si trova la storia della Regione: negli archivi che riportano le deliberazioni del Consiglio regionale e gli interventi dei politici che vi si sono assecondati, oggi disponibili on line sul sito della Soprintendenza. “Sono beni culturali a tutti gli effetti – ha detto – e con il tempo i vari documenti sono divenuti fonti storiche che consentiranno alle generazioni future di conoscere il passato. Si costruisce e si progetta guardando sempre da dove proveniamo”.

Il sindaco di Perugia Andrea Romizi ha perlato di "molte le cose da salvare di quell’assetto e altre da cambiare e sviluppare", ricordando "che allora furono grandi le aspettative e che la situazione odierna richiede che venga riproposto l’impegno di allora".

La presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, ha sottolineato che l’Umbria in questi 50 anni è molto cambiata, "e questo cambiamento non deve spaventare, ma spingere all’impegno per agire al meglio delle aspettative e delle esigenze di tutti". L’emergenza Covid-19, secondo la presidente ha imposto la necessità di reinterpretare il nostro tempo e a suo giudizio, questo momento “delicato”, deve essere affrontato tutti insieme, facendo tesoro di quanto fatto nel passato e insieme a chi porta avanti con noi questa azione.

Paola Fioroni, vicepresidente dell'Assemblea legislativa, ha ribadito la necessità di  "ricucire un tessuto socioeconomico provato dalla crisi e dalle emergenze". Mentre Simona Meloni, vicepresidente dell'Assemblea legislativa, ha rimarcato come "il regionalismo è di fronte a una nuova sfida, che ci impone di puntare sulle peculiarità territoriali e sulle ricchezze storico culturali dell’Umbria, ma anche sulle eccellenze della nostra economia, da coniugare con ricerca e innovazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il compleanno della Regione Umbria, cinquanta anni fa nasceva l'ente di governo regionale

PerugiaToday è in caricamento