Partner

Qualche informazione sulla Tariffa Puntuale, un modo diverso di gestire i rifiuti

Tecnologie aggiornate e differenti criteri nel calcolo della tassazione, contribuiscono ad un migliore approccio alla raccolta differenziata. Un webinar dedicato spiega le novità

La collaborazione tra Comune e cittadini è fondamentale per ottenere una buona qualità di vita nel territorio di appartenenza: se vengono prese delle iniziative, infatti, la partecipazione e il contributo delle persone è davvero importante per la riuscita dei progetti messi in campo.
Tra i cambiamenti apportati da alcuni Comuni italiani, ad esempio, si annovera l'introduzione di un nuovo sistema di conferimento e raccolta rifiuti, definito "Tariffa Puntuale".
Regolamentato dal decreto ministeriale del 20 aprile 2017, stabilisce dei criteri per la realizzazione, da parte dei Comuni, di sistemi di misurazione puntuale della quantità dei rifiuti conferiti. Così facendo, si rende possibile ripartire il costo del servizio a seconda dell'effettiva produzione di rifiuti, premiando i cittadini più virtuosi.

Tariffa Puntuale: un sistema utile ad economia e ambiente

La Tariffa Puntuale si basa su un nuovo sistema di calcolo dei rifiuti prodotti dal singolo cittadino (o dalla singola utenza, sia essa domestica o non domestica): si propone, infatti, di calcolare la reale quantità di rifiuti urbani conferiti nell'indifferenziata.
Non più, quindi, una valutazione presunta di quanta spazzatura ognuno generi, basata sui metri quadri, ma una verifica effettiva: in questo modo, meno rifiuti indifferenziati vengono prodotti, meno si paga.
I più virtuosi nell'effettuare la raccolta differenziata, quindi, otterranno una tassa che richiede un esborso inferiore.
Se i vantaggi economici sono evidenti, è importante anche sottolineare i benefici ambientali: una maggiore, e più efficace, differenziazione dei rifiuti, consente un più efficiente recupero di materie prime e riciclo, diminuendo l'inquinamento generato dallo smaltimento rifiuti indifferenziati.

Todi e Torgiano, due comuni che hanno accettato la sfida

In Umbria si sta procedendo all'introduzione della Tariffa Puntuale, in collaborazione con Gesenu Spa.

Si tratta di una società per azioni a capitale misto pubblico-privato, fondata nel 1980 tra il Comune di Perugia ed una compagine societaria privata, con lo scopo di pianificare ed erogare servizi di igiene ambientale.
Gesenu Spa dedica grande attenzione alle persone e all'ambiente, e si impegna costantemente nel migliorare la qualità della vita dei cittadini, coinvolgendoli, al contempo, in attività che contribuiscono al miglioramento delle condizione dell'ambiente.
Ecco perché ha sostenuto, con entusiasmo, l'introduzione della Tariffa Puntuale.

I comuni di Todi e Torgiano, in particolare, hanno adottato tale sistema a partire dal 2020, che consente non solo una maggiore efficienza nella raccolta rifiuti, ma anche un risparmio per i cittadini.
I sindaci si sono dimostrati entusiasti dell'opportunità.

Dice il sindaco del Comune di Torgiano Eridano Liberti:

«Il Comune di Torgiano negli anni ha sviluppato e fortemente creduto nella proficua collaborazione con il soggetto gestore, Gesenu [...] a vantaggio dell'ambiente e della cittadinanza. L'Amministrazione, in tal senso, vuole ringraziare anche e soprattutto la cittadinanza per l'impegno dimostrato e per aver creduto in questo progetto».


Ecco, invece, il commento del sindaco del Comune di Todi Antonino Ruggiano.

«Il Comune di Todi ha una storia di sostenibilità alle spalle e siamo da sempre molto attenti a tutto ciò che riguarda l'ambiente. Il passaggio alla Tariffa Puntuale è stata l'evoluzione di un percorso che in questi anni ci ha visto coinvolti attivamente in una collaborazione importante con Gesenu, partner strategico e fondamentale.»


Proprio per chiarire di come è stato introdotto il sistema nei due Comuni, quali percentuali di successo ha ottenuto, quali tecnologie sono state attivate, Gesenu Spa ha organizzato un webinar dedicato, ospitato sulla piattaforma Zoom.

Un webinar online per raccontare il progetto

Al webinar hanno partecipato membri di Gesenu, ovvero il presidente Wladimiro De Nunzio, il direttore operativo Massimo Pera e la responsabile tributi Annalisa Maccarelli.
Non potevano mancare, ovviamente, i sindaci dei comuni interessati: erano, infatti, presenti sia Antonino Ruggiano, Sindaco del Comune di Todi, che Eridano Liberti, Sindaco del Comune di Torgiano; a loro, si sono uniti l'assessore con delega alla Nettezza Urbana del Comune di Todi Elena Baglioni e l'assessore all'ambiente del Comune di Torgiano Francesco Spaccini.
Inoltre, sono intervenuti alcuni esperti del settore per spiegare, al meglio, il percorso intrapreso: Giuseppe Rossi (Direttore Auri), Davide Donadio (esperto IFEL Fondazione Anci, Progetto LIFE - REthinkWASTE), il dirigente del Comune di Perugia Stefano Baldoni, Alessandra Spaccini (Responsabile Contenzioso e Comuni Esterni Ufficio TARI Gesenu SpA), Daniele Marconi (Monitoring and Application Technologies - Gruppo Gesenu -) e Gaetano Drosi (Softline Srl).

Durante il webinar sono stati analizzati i dati disponibili: è così emerso che, in effetti, c'è stato un sensibile miglioramento.
A Todi si è registrata una variazione, rispetto al periodo 2019/2020, di 1,0% di raccolta differenziata, nonché una diminuzione di - 11,9% nella produzione del rifiuto secco residuo.
A Torgiano si è verificato un aumento di 1,7% di raccolta differenziata e una diminuzione di - 13,4% nella produzione del rifiuto secco residuo.

L'incontro online è servito, anche, a parlare di come, per passare da un sistema ad un altro, sia stato necessario riprogettare i sistemi di rilevazione e gestione dei dati, per poter correlare processi operativi e organizzativi necessari al buon funzionamento della tariffazione puntuale.

Questo webinar si è, quindi, rivelato un'importante occasione di approfondire la conoscenza dell'ambito, aumentando, al contempo, la propria consapevolezza riguardo a sostenibilità e ambiente.
Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito di Gesenu Spa.
Altri aggiornamenti sono disponibili sulla pagina Facebook, dove si può, anche, rivedere il webinar.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualche informazione sulla Tariffa Puntuale, un modo diverso di gestire i rifiuti

PerugiaToday è in caricamento