Auto, ripartire dopo la quarantena: occhio agli pneumatici

Cinque consigli del colosso Pirelli per garantire una ripartenza in tutta sicurezza, ma un controllo da gommista di fiducia è sempre la migliore soluzione

Anche se la ripartenza dopo il fermo imposto dall’emergenza sanitaria nazionale sarà graduale, già dal prossimo 4 maggio moltissime persone rimetteranno in moto le proprie auto e ricominceranno gradualmente a circolare per andare al lavoro o altro.

Come abbiamo già scritto, l'inattività del veicolo può aver causato qualche problema con la batteria, ma oltre a questo aspetto dobbiamo anche considerare le possibili alterazioni degli pneumatici. Per questo motivo, prima di ripartire è opportuno fare alcuni controlli alla propria auto.

Lo suggerisce Pirelli, leader mondiale nella produzione di pneumatici: alcune verifiche possono essere fatte direttamente dall'automobilista, per altre invece solo un controllo del gommista ci può garantire di ripartire in sicurezza.

Auto ferme per coronavirus: i 5 consigli di Pirelli

Pirelli ha individuato cinque consigli riguardanti la cura degli pneumatici in vista della ripartenza:

1) Effettuare un controllo visivo degli pneumatici per controllare che non ci siano deformazioni dovute al fermo prolungato e alle condizioni climatiche, danni, tagli e abrasioni, lo stato di gonfiamento e che i tappi delle valvole siano chiusi;

2) Verificare la pressione degli pneumatici, anche del ruotino di scorta, possibilmente presso un gommista che utilizza strumenti professionali, per garantire le performance di guida in sicurezza, oltre che la corretta resistenza al rotolamento per un consumo ottimale del carburante;

3) L'usura del battistrada deve essere entro il limite legale di 1,6 mm. Per controllarla si può utilizzare anche l'indicatore di usura posto sul battistrada stesso: un piccolo tassello alto 1,6 mm posizionato alla base degli incavi battistrada principali del pneumatico all'altezza della sigla TWI (che sta per Tread Wear Indicator) indicata in 6 punti all'estremo del fianco della gomma che, qualora risulti a livello del battistrada, indica che si è raggiunto il limite legale;

4) Ripartendo dopo un fermo prolungato è opportuno prestare attenzione ad eventuali vibrazioni che potrebbero essere trasmesse dalle ruote attraverso il volante. Se una tale percezione non dovesse essere superata dopo i primi chilometri è necessaria un'ispezione condotta da personale esperto il prima possibile;

5) Se al momento di rimettersi in moto l'auto dovesse montare ancora pneumatici invernali, bisogna andare dal gommista per montare quelli estivi. La legge, comunque consente di continuare a utilizzare le gomme per la stagione fredda se l'indice di velocità è quello riportato nel libretto. E, se dovesse essere di un livello inferiore, sia tempo fino al 15 maggio per la sostituzione.

Ricordiamo che a Perugia è possibile recarsi per i controlli del caso da questi specialisti:

Vantaggi Gomme 

Via Settevalli, 120 tel 075 500 7863 web: https://www.vantaggigomme.net/

Equicon Snc 

 Via C. Piccolpasso, 157, tel 075 500 4828web:https://www.equicon.it/

Pedini Gomme

NT GOMME

Strada dei Loggi, 28,075 396121 https://www.ntgomme.it/

Briziarelli Gomme Srl - Mastro Michelin

Via Pietro Soriano, 10, tel 075 528 8338 web: https://www.briziarelligomme.com/default.html

Persichini Gomme Snc

Via Settevalli, 310, tel 075 501 0707 web: https://www.persichinigomme.it/

Geometria Dell'Auto

Via della Pallotta tel 075 35355 web: https://www.geometriadellauto.it/

Pe.Sa Gomme s.p.a. - Mastro Michelin

Via della Gomma, 3, tel 075 583481 web: https://www.pesagomme.com/

Elenco in corso di aggiornamento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Umbria, incidente lungo la E45: muore motociclista, strada chiusa al traffico

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

  • Ospedale di Perugia, tre infermieri e due pazienti positivi al coronavirus: asintomatici e in isolamento domiciliare

  • Coronavirus, dopo Eurochocolate anche per i Baracconi altro "No": "Ignorato il nostro piano sicurezza"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento