menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Come funziona la cassa integrazione e come richiederla

Si tratta di un'ammortizzatore sociale per i lavoratori dipendenti di aziende che si trovano ad affrontare una transitoria restrizione dell'attività produttiva

Oggi più che mai entrata nel nostro linguaggio corrente, la Cassa Integrazione Guadagni (CIG) è un ammortizzatore sociale di cui può beneficiare un lavoratore durante un rapporto di lavoro: lo scopo ed è quello di sostenere economicamente il salario dei lavoratori di imprese che affrontano alcune situazioni di difficoltà, per via delle quali richiedono agli impiegati una riduzione o una sospensione del rapporto di lavoro. Concretamente, la CIG permette di sollevare le aziende che si trovano in momentanea difficoltà produttiva dai costi del lavoro della manodopera temporaneamente non utilizzata, permettendo ai lavoratori di riprendere il lavoro una volta superato il momento di difficoltà.

Le categorie della cassa integrazione

Questo ammortizzatore sociale prevede tre sottocategorie:

La Cassa integrazione guadagni ordinaria (Cigo): integra o sostituisce la retribuzione dei lavoratori a cui è stata sospesa o ridotta l'attività lavorativa per situazioni aziendali dovute a eventi transitori e non imputabili all'impresa o ai dipendenti. I destinatari della Cigo sono i lavoratori assunti con contratto di lavoro subordinato (compresi gli apprendisti con contratto di apprendistato professionalizzante), con esclusione dei dirigenti e dei lavoratori a domicilio;

la Cassa integrazione guadagni straordinaria (Cigs): sostituisce o integra la retribuzione dei lavoratori sospesi o a orario ridotto di aziende in situazione di difficoltà produttiva o per consentire alle stesse di sostenere processi di riorganizzazione. Questa cassa spetta ai lavoratori subordinati, tra cui gli apprendisti qualora dipendenti di imprese per le quali trovano applicazione solo le integrazioni salariali straordinarie e limitatamente alla causale di intervento per crisi aziendale;

la Cassa integrazione guadagni in deroga (Cigd): è un intervento di integrazione salariale a sostegno di imprese che non possono ricorrere agli strumenti ordinari perché esclusi all'origine da questa tutela. Può essere concessa ai lavoratori subordinati, compresi gli apprendisti, con un'anzianità lavorativa di almeno 12 mesi dalla data di inizio del periodi d'intervento.

 Per maggiori informazioni visitare la pagina dedicata dell'INPS.

Cassa Integrazione in Deroga e Covid: accesso e durata

La Cassa Integrazione in Deroga (CIGD), ovvero l’indennità solitamente pagata dall’INPS ai lavoratori dipendenti il cui orario di lavoro è stato ridotto, a causa di una crisi aziendale, è stata estesa dal decreto legge Cura Italia all’intero territorio nazionale, a tutti i dipendenti, di tutti (o quasi) i settori produttivi per fronteggiare l’emergenza sanitaria ed economica da Coronavirus.

I datori di lavoro, incluse le aziende con meno di 5 dipendenti e quelle che già beneficiano della CIGS, che sospendono o riducono l’attività a seguito dell’emergenza sanitaria nazionale, possono chiedere la CIG in deroga per la durata massima di 9 settimane. Sono anche previste norme speciali circa il trattamento ordinario di integrazione salariale e assegno ordinario.

Per ottenere le informazioni relative a questa misura, a Perugia ci si può recare alla sede dell'Inps.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento