menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Altro fine settimana a traffico limitato a Perugia: "E' un'azione per la salute di tutti"

Diramata dal Comune di Perugia la nota deve si conferma un fine marzo per molti perugini senza auto o due ruote. Ecco chi è esente e le aree interessate. Barelli: "Non sottovalutare mai la qualità dell'aria... ne va della salute di tutti noi"

Il 28 e 29 marzo... si replica a Perugia! Non parliamo di teatro o di un concerto, ma si replica lo stop a tutte quelle auto e due ruote che hanno una categoria emissiva di fumi rispettivamente sotto "Euro 3" e "Euro 1" e precedenti. Il tutto per arginare l'inquinamento atmosferico ch può causare gravi malattie a chi vive e lavora in città. Il blocco della circolazione è previsto, come nell'ultimo fine-settimana, nelle aree urbane di Perugia e Ponte San Giovanni. Il divieto non si applicherà alle auto elettriche e ibride, a quelle alimentate a gas metano e GPL, nonché alle autovetture con almeno 3 persone a bordo (car pooling).

“I dati forniti da Umbria Mobilità sull’utilizzo dei mezzi pubblici nel fine settimana – ha commentato l’assessore alla Mobilità Cristiana Casaioli – sono estremamente positivi. Ci fa particolarmente piacere che i cittadini abbiano visto l’iniziativa del Comune non come una limitazione, ma come occasione da cogliere per vivere la città in maniera diversa dal solito. Tra l’altro – continua l’assessore – nel prossimo fine settimana ci sarà anche la gara al Curi del Perugia, ulteriore occasione per utilizzare gratuitamente sia il Minimetro che gli altri mezzi pubblici per muoversi in città e magari raggiungere proprio lo stadio, con un vantaggio per il traffico e per la qualità dell’aria”. 

E proprio sulla qualità dell’aria si sofferma l’assessore all’Ambiente Urbano Barelli: “Intanto un grazie a quanti non hanno usato l’auto. Perugia ha un tasso di motorizzazione tra i più elevati d’Italia e questo non giova né al traffico né alla nostra salute. Troppo spesso i danni derivanti dall’inquinamento atmosferico sono sottovalutati.  Vi è una scarsa sensibilità e prudenza da parte dei cittadini quando si parla di qualità dell’aria. Grazie, quindi, - conclude il vicesindaco Barelli - a quanti non hanno usato l’auto e hanno utilizzato il trasporto pubblico gratuito, perché così facendo hanno salvaguardato la loro e la nostra salute, ma hanno anche reso migliore la nostra città”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento