menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Umbria e birre, la Flea compie un anno: malti e acqua solo made in Gualdo

Birra Flea di Gualdo Tadino brinda al primo anno di attività con 500 mila bottiglie prodotte. Un risultato di gran lunga migliore delle aspettative di partenza e che premia la famiglia Minelli

La riscoperta della birra in Umbria - intesa come produzione artigianale e di qualità - sta portando importanti benefici all'economia regionale sottoforma di fatturati e di posti di lavoro oltre che di riscoperta di alcuni importanti prodotti della terra di casa nostra. A Gualdo Tadino si festeggia il primo anno della Birra Flea che è ormai diventato un marchio internazionale ed è stata pensata soprattutto per accompagnare la cena o il pranzo al ristorante o in casa. Un ottimo sostitutivo del vino. 

Un anno di produzione che è andata ogni più rosea aspettativa per la famiglia Minelli - già amministratori di Ecosuntek quotata in borsa -: 500 mila bottiglie prodotte. Un successo che è stato studiato da una delegazione del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Umbria che, accompagnata da uno dei mastri birrai, ha potuto seguire tutte le fasi della produzione della birra, dalla materia prima, costituita dal malto d’orzo, fino all’ultima fermentazione dopo l’imbottigliamento.

“La nostra filosofia aziendale – ha spiegato Minelli - si basa sull’estrema ricerca della qualità che cerchiamo di raggiungere dedicando grande attenzione alla scelta delle materie prime e a tutte le fasi di lavorazione".  Infatti i malti utilizzati per la produzione di birra derivano da orzi 100% italiani coltivati in terreni di proprietà esclusiva dell'azienda di famiglia, garantendo così la filiera corta agroalimentare. 

"Il nostro birrificio - ha concluso Minelli -  in cui lavorano stabilmente otto persone, produce birra utilizzando malto d’orzo e di frumento, il prodotto non viene filtrato né pastorizzato, ma rifermentato in bottiglia con lo scopo di preservare al massimo le caratteristiche organolettiche originali della birra, senza l’aggiunta di conservanti e additivi chimici”. La ciliegina sulla torta è rappresentata dall’acqua di grande qualità utilizzata, una delle ricchezze del territorio di Gualdo Tadino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento