rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
life

"Uniti contro la strage degli alberi a Perugia": il M5S dice 'no' l'abbattimento di 700 alberi "pericolosi"

La Giunta comunale ha approvato il piano di abbattimento alberi in città per quei fusti considerati "pericolosi" o ormai secchi quindi a richio crollo

Per questioni di sicurezza stradale, dopo uno studio attento dei rischi, la Giunta comunale ha approvato il piano di abbattimento alberi in città per i prossimi due anni. Le piante "pericolose" o ormai secche (a richio crollo) si aggirano intorno alle 700 unità. Il Piano di abbattimento non piace per nulla al Movimento 5 Stelle che chiede al momento di bloccare tutto per una ulteriore riflessione e analisi sulle piante in città. "Abbiamo appreso con grande preoccupazione la notizia secondo la quale il Comune di Perugia avrebbe disposto l'abbattimento di ben 700 alberi. Grande stupore inoltre per le strade prescelte: viale Roma e via Pascoli. La prima in particolare è una delle vie più suggestive del nostro comune, ai piedi dell'acropoli, grazie al suo viale alberato regala indubbia bellezza mentre la si percorre".

La preoccupazione del M5S è ancor più forte da un punto di vista ambientale anche dopo i livelli record di polveri sottili nell'aria: "la nostra città sta vivendo un malessere per la pessima qualità dell'aria, mentre la Giunta comunale continua ad ignorare la normativa nazionale che impone un nuovo albero per ogni neonato e dispone invece l'abbattimento in maniera indiscriminata degli alberi già esistenti".

I Pentastellati si rivolgeranno anche alle numerose associazioni ambientaliste e cittadine per fare un fronte comune, e pretendere una maggiore trasparenza sull'abbattimento degli alberi e sulle politiche di un rinnovamento di foreste cittadine con alberi anti inquinamento.

Nell'immediatezza il M5S chiede al Sindaco di spiegare "con quali criteri siano stati decisi questi abbattimenti e se siano state prese in considerazioni le normative nazionali in materia. Inoltre chiede se sia stata fatta la "valutazione di stabilità" che deve descrivere la situazione biomeccanica di un albero nei suoi vari apparati, in termini qualitativi e quantitativi, soprattutto per quanto concerne il rischio di schianti o cedimenti". Chiede inoltre quali alberi saranno abbattuti e perché e se nel costo dell'operazione siano stati considerati i costi per piantarne di nuovi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Uniti contro la strage degli alberi a Perugia": il M5S dice 'no' l'abbattimento di 700 alberi "pericolosi"

PerugiaToday è in caricamento