L'Umbria da vivere in tutta la sua bellezza: nasce il primo percorso a cavallo sulla via del Santo

Il turismo sostenibile salta in sella: l’Umbria avrà la sua prima via per percorrere a cavallo la via di San Francesco

Immagine d'archivio

Un percorso di 50 chilometri riservato ai turisti a cavallo unirà Assisi e Gubbio, sulle orme di Francesco. Protocollo d’intesa fra quattro Comuni umbri (Assisi, Gubbio, Valfabbrica e Nocera Umbria) nel nome del turismo sostenibile. C’è infatti un “mezzo di locomozione” ideale per chi vuole assaporare tutto il gusto di una vacanza “slow”che aiuti ad apprezzare le bellezze culturali e paesaggistiche di un territorio a riscoprire il fascino dell’esplorazione e il volto migliore delle tradizioni che l’Italia sa offrire.

Valfabbrica  è stato il capofilo di questo progetto: "Ci saranno ricadute in termini ambientali - sottolinea il Sindaco Roberta Di Simone - Mettere a sistema itinerari percorribili a piedi, in bicicletta e a cavallo può assicurare un incremento delle presenze di turisti e può aiutare la nascita e il consolidamento di servizi turistici". 

In Umbria nasce così la prima ippovia sulla Via di Francesco: una via che si inserisca nella rete organizzata di percorsi escursionistici segnalati sul territorio regionale. Il percorso sarà uno dei più suggestivi della nostra regione: la via di Francesco, che attraversa l’Umbria verso la Valle Santa di Rieti fino a raggiungere la tomba dell’apostolo Pietro a Roma.

Il cammino permette di arrivare ad Assisi partendo sia da Nord (dal Santuario de La Verna in Toscana, passando per Gubbio e Valfabbrica), sia per Sud, iniziando il percorso da Roma.

Sul percorso saranno saranno previsti tutti i servizi necessari a rispondere alle esigenze di cavalli e cavalieri: punti di sosta e di ristoro, una rete di assistenza con maniscalchi e studi veterinari.

“L’Umbria ha caratteristiche molto appropriate per sviluppare forme di escursionismo a cavallo. Lo sviluppo di infrastrutture per la mobilità, che permettano un approccio sostenibile, facilita un tipo di fruizione del nostro territorio ricco di storia, arte, ambiente"- ha sottolineato Cristina Giulianelli, Area promozione e turismo di Sviluppumbria, che ha realizzato l'ippovia insieme ai comuni umbri che hanno firmato questa mattina un protocollo d'intesa a Perugia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Università di Perugia, due nuovi corsi di laurea magistrale: Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente e Geology for Energy Resources

  • "A Norcia 53 immigrati positivi al Covid19": la bomba sganciata in prima serata. Poi la dura smentita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento