rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Formazione

Università di Perugia, summer school “Patrimoni, salute, conflitto e formazione in materia ambientale”

Iscrizioni aperte fino all’8 maggio: tutte le informazioni

Sono aperte fino all’8 maggio 2023 le iscrizioni alla summer school dell'Università degli Studi di Perugia in “Patrimoni, salute, conflitto e formazione in materia ambientale”: intende fornire le basi culturali necessarie per lo studio, l’analisi e la valorizzazione dei patrimoni ambientali, materiali e immateriali, in relazione alla società e alla salute umana e a fornire le conoscenze e le competenze per comprendere e gestire i conflitti sociali legati a tematiche ambientali. 

Tutte le informazioni e le modalità per le iscrizioni.

L’attivazione della summer school rientra tra le attività promosse dal Centro Interistituzionale di Studi e Alta Formazione in materia Ambientale (CISAFA) istituito tra l’Università degli Studi di Perugia e l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale dell’Umbria con convenzione sottoscritta nell’aprile 2022. 

Disponibili 10 borse di studio 

Per partecipare alla summer school sono disponibili 10 borse per l'iscrizione totalmente gratuita, finanziate da ARPA - Agenzia regionale protezione ambiente riservate a laureati/e triennali di tutte le discipline. 

Modalità di svolgimento  

La summer school in “Patrimoni, salute, conflitto e formazione in materia ambientale”, di durata di dieci giorni, si terrà a Perugia, nella sede del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione (in Piazza Ermini, 1) dal 10 luglio 2023. Avrà una durata di dieci giorni, si articola in 4 crediti formativi e si propone di fornire competenze specifiche ai laureati di primo livello di qualunque classe di laurea.  

Obiettivi 

L’iniziativa intende costituire una risorsa per laureati, professionisti e operatori in ambito pubblico e privato chiamati a operare nell’ambito della protezione e della valorizzazione ambientale. Le conoscenze e le capacità teorico-pratiche, che saranno acquisite al termine del corso, prevedono l'approfondimento delle metodologie, delle tecniche e degli strumenti per l’analisi e la valorizzazione dei patrimoni, materiali e immateriali, ambientali e per la gestione dei conflitti ambientali, con riferimento ai risvolti antropologici, sociologici e formativi. Ciò con particolare riferimento al settore occupazionale degli operatori e dei 3 professionisti nella programmazione, sviluppo e gestione delle risorse ambientali e della gestione dei conflitti.  

L’importanza crescente delle tematiche ambientali e delle ricadute socioeconomiche della scarsità di risorse, materiali e immateriali, manifesta in tutti i campi del sociale un impatto importante, come anche avviene per le opportunità di valorizzazione di tali risorse. La realtà contemporanea impone la necessità di disporre di operatori e professionisti correttamente formati e aggiornati, capaci di svolgere al meglio la loro professione, sia in ambito pubblico (enti, Comuni, Poli museali, Hub), sia in ambito privato (aziende, imprese). Ruolo chiave per la formazione dei discenti svolge l’approccio multidisciplinare della Scuola.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università di Perugia, summer school “Patrimoni, salute, conflitto e formazione in materia ambientale”

PerugiaToday è in caricamento