Corsi di Formazione

Corso gratuito per Operatore dell'accoglienza turistica rurale, fino al 30 giugno le iscrizioni

L'opportunità verrà spiegata nel corso di un webinar il prossimo 22 Giugno; è un'iniziativa finanziata da Arpal Umbria nell’ambito del bando SKILLS rivolta a uomini e donne in condizione di disoccupazione

C'è tempo fino al prossimo 30 giugno per iscriversi al corso gratuito, con tirocinio retribuito, che formerà 15 figure professionali come “Operatori per l’accoglienza e la promozione turistica territoriale con specializzazione in Turismo Rurale”.
 
La presentazione del percorso formativo avverrà martedì 22 giugno alle ore 17.’00 in occasione di un webinar (Per partecipare alla presentazione: https://us02web.zoom.us/j/81611945240) al quale interverranno Anna Schippa, coordinatrice dei progetti del gruppo FORMA.Azione e Giove In Formatica srl, ed i rappresentati di aziende e organizzazioni che in Umbria si occupano con successo da anni, di turismo a vario titolo. Si tratta di  Daniela Tabarrini per Add Comunicazione, responsabile marketing e comunicazione della Strada dell’Olio e.v.o. Dop Umbria, organizzazione che al livello italiano disegna con successo le strategie dell’oleoturismo; Marta Damiani della segreteria dell’Associazione Strada del Sagrantino, organizzazione che si occupa di enoturismo in Umbria; Francesco Zaganelli, Export Manager della Giorgio Lungarotti Soc. Agr.; Donatella Giuliani, Responsabile Eventi dell’Azienda Centumbrie.
 

Cosa prevede il corso 

Secondo un’indagine sui trend di viaggio per l’estate 2021 realizzata da Airbnb, dopo questo arresto forzato dato dalla pandemia si registra un’impennata di richieste verso le aree rurali: oggi a livello globale le notti prenotate in queste zone sono il 22% (rispetto al 10% del 2015) e in Italia la percentuale è passata dal 21% nel 2019 al 37% quest’anno. La necessità di evitare assembramenti, del resto, ha spinto molte persone a cercare alternative alle località storicamente meta del turismo di massa, preferendo zone rurali e borghi più piccoli.
 
Il trend è iniziato già prima che l’emergenza sanitaria legata al Covid irrompesse nelle nostre vite e ha comprensibilmente segnato un balzo in avanti nell’ultimo anno: la prospettiva è che questo nuovo modo di viaggiare proseguirà anche nei prossimi anni. Il 73% degli italiani, infatti, ha confermato la volontà di continuare a viaggiare in località remote e meno battute anche una volta terminata la pandemia: non a caso, nel primo trimestre del 2021 l’offerta di alloggi nelle aree non urbane su Airbnb è aumentato del 30% rispetto allo stesso periodo del 2019.
 
Il corso proposto per diventare “Operatore per l’accoglienza e la promozione turistica territoriale con specializzazione in Turismo Rurale”, avrà i seguenti ambiti di operatività: individuazione di risorse ed opportunità turistiche del territorio da proporre ai visitatori, accoglienza e gestione delle prenotazioni, pratiche amministrative di soggiorno, assistenza nella fruizione delle opportunità dei servizi turistici disponibili, valorizzazione e promozione dei servizi di ospitalità, valutazione della soddisfazione dei clienti, modalità per migliorare e/o diversificare l’offerta, realizzazione di prodotti turistici esperienziali in ambito rurale, in senso ampio.
 
La specializzazione in ambito rurale amplia infatti le possibilità di impego delle figure professionali formate, anche in imprese prettamente agricole (cantine, Frantoi, aziende agricole) che svolgono o intendano svolgere attività di accoglienza, turismo e incoming, oltre che nelle agenzie di promozione enogastronomica, culturale, ambientale delle aree rurali. Queste sono solo alcune delle organizzazioni e aziende che hanno dato la loro disponibilità ad ospitare tirocinanti: Strada dell’Olio Dop Umbria, Strade dei Vini dell’Umbria, Azienda Centumbrie, Cantina Goretti, Azienda Roccafiore, Cantine Lungarotti, insieme ovviamente a tanti alberghi e agriturismi delle aree rurali dell’Umbria e delle regioni limitrofe.
 
Il corso per qualificarsi come “Operatore per l’accoglienza e la promozione turistica territoriale con specializzazione in Turismo Rurale”, finanziato da Arpal Umbria nell’ambito del bando SKILLS, è rivolto a uomini e donne in condizione di disoccupazione ed iscritti in uno dei Centro per l’Impiego dell’Umbria e prevede 350 ore di formazione teorica e 480 ore (4 mesi) di tirocinio curriculare presso le aziende che hanno dato la loro disponibilità ad ospitare tirocinanti, con il riconoscimento di un’indennità mensile di 600 euro se il tirocinio è svolto in Umbria, di 800 euro nel caso di tirocinio se svolto fuori regione. 

Le iscrizioni al corso professionalizzante restano aperte fino alle 18.00 del 30 giugno al link https://forma.azione.com/ .


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso gratuito per Operatore dell'accoglienza turistica rurale, fino al 30 giugno le iscrizioni

PerugiaToday è in caricamento