Domenica, 17 Ottobre 2021
Formazione Foligno

Lavoro, ITS Umbria Smart Academy e Fondazioni Casse di Risparmio a confronto: "La carta vincente è la formazione professionale: i dati"

Competenze e sviluppo sostenibile del territorio: se n'è parlato a Perugia in un convegno con esperti

Le competenze come leva strategica per lo sviluppo sostenibile e digitale del territorio. Se ne è parlato in occasione della conferenza stampa sul tema “Umbria sintesi virtuosa fra ambiente, tradizione e tecnologia: un’operazione possibile da realizzare con le giuste competenze”, organizzata da ITS Umbria Smart Academy e Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre all’Auditorium di Sviluppumbria a Foligno.

All’evento sono intervenuti Stefano Zuccarini, sindaco di Foligno, Giuseppe Cioffi, presidente ITS Umbria Smart Academy, Libero Mario Mari e Umberto Nazzareno Tonti, presidente e past president Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre, Michela Sciurpa, amministratore unico Sviluppumbria, Nicola Modugno e Oscar Proietti, direttore generale e responsabile didattico di ITS Umbria Smart Academy.

Nel corso dell’iniziativa è stata presentata l’offerta formativa di ITS Umbria e sono stati illustrati i risultati occupazionali e formativi ottenuti in oltre dieci anni di attività di ITS Umbria Smart Academy.

I numeri di ITS Umbria Academy

Sono circa quattrocento gli studenti attualmente in formazione nei 16 percorsi attivi. Per il biennio 2021-2023, verranno attivati nove percorsi in sei ambiti: Meccatronica (3 percorsi), Impresa Digitale e sistemi IT (2 percorsi), Economia Circolare, Agroalimentare, Marketing per la filiera turistico-ricettiva e Sistema Casa – Building Information Modeling (1 percorso per ogni indirizzo). Inoltre, la prospettiva è quella di ampliare ulteriormente l’ambito digitale con il percorso sul “mobile game”.

L’istruzione specialistica biennale di ITS Umbria, rivolta a studenti diplomati, continua ad offrire elevatissime opportunità di occupazione poiché risponde alla domanda di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche provenienti dalle imprese. Lo confermano i dati: in media, il livello di occupazione ad un anno dalla conclusione del percorso formativo è pari all’80%, con punte fino al 100% per i percorsi meccatronici.

Per il prossimo anno di studi le iscrizioni ai percorsi sono ancora aperte e scadono il 20 settembre: https://www.itsumbria.it/modulo-iscrizione-studente/

Le prospettive emerse

“Sono onorato – ha affermato Stefano Zuccarini, sindaco di Foligno – di ospitare nel territorio una realtà importante come ITS, che assicura un vero sviluppo e un futuro per i nostri giovani. Abbiamo sempre creduto in questo progetto formativo, che abbiamo sostenuto e continuiamo a sostenere poiché offre un futuro lavorativo quasi certo e dà supporto alle aziende che caratterizzano il nostro polo industriale.  È una grande sfida e una grande opportunità che dobbiamo continuare a sostanziare, una ricchezza che non va svalutata evitando quindi duplicati che creerebbero una divisione del territorio in una regione già piccola come la nostra. Voglio, infine, rivolgere un ringraziamento all’onorevole Virginio Caparvi che è stato tra i promotori e firmatari della Legge di riforma del Sistema Its, ad oggi approvata alla Camera, che mira a consolidare gli Its promuovendo lo sviluppo dell’istruzione terziaria professionalizzante”.  

“È importante – ha sottolineato Giuseppe Cioffi, presidente ITS Umbria Smart Academy – fondare il futuro di professioni e competenze sui valori forti e sulle radici antiche che nascono da storia e tradizione e dalla bellezza di questo territorio. È proprio dalla forza di queste radici e dal loro spessore che si potrà guardare con ragionevole fiducia al futuro dei giovani.  Un futuro che sarà caratterizzato dal digitale e dalla transizione ecologica. La forza di ITS nasce, infatti, dal territorio, dalla fiducia che in esso hanno riposto gli stekeholder e dallo stretto collegamento con le imprese. È questo legame costante e profondo con le imprese che alimenta ITS e che gli consente di sapere quali competenze offrire ai giovani nel presente e soprattutto nel futuro. ITS Umbria, quindi, forte delle proprie radici e dei risultati, guarda avanti nella direzione della digitalizzazione e della trasformazione ecologica, fornendo competenze teoriche, professionali e pratiche per insegnare ai giovani a pensare con le mani e a produrre con la testa. Noi su questo punteremo sapendo che più si è radicati sul territorio più si riesce a guardare lontano”.

Per progettare uno sviluppo sostenibile e digitale, che preservi il territorio e le sue tradizioni e al contempo sostenga lo sviluppo delle imprese, sono infatti necessarie nuove e qualificate competenze.  

In questo processo saranno i giovani a giocare un ruolo da protagonisti, con il supporto di sistemi di istruzione flessibili e contemporanei e degli stakeholder del territorio.   

ITS Umbria Smart Academy è impegnata su questo fronte, con il sostegno della Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre, la collaborazione di Sviluppumbria e il fondamentale apporto della Regione Umbria e del Ministero dell’Istruzione. 

La Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre ha contribuito con un importante finanziamento, già nella fase di start up, alla realizzazione del Laboratorio Meccatronico di Foligno. Ha inoltre sostenuto il percorso in Marketing turistico consentendo alla Fondazione ITS di realizzare una formazione con esperti di livello nazionale e internazionale, di portare avanti un’adeguata campagna di comunicazione e di poter assegnare delle borse di studio agli allievi.

“I valori che emergono da questo progetto, su cui la Consulta delle Fondazioni ha creduto – ha spiegato Libero Mario Mari, presidente Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre – sono l’istruzione, i giovani e l’innovazione tecnologica. La qualità della formazione è un aspetto centrale. Dobbiamo inoltre puntare sui giovani e dobbiamo anche supportarli, perché hanno idee e creatività, non hanno paura di sperimentare e hanno una sensibilità verso lo sviluppo sostenibile. Bisogna metterli in condizione di sfruttare tutte le loro capacità e potenzialità. I giovani hanno voglia di creare qualcosa di nuovo e vedono il futuro come grande prospettiva. L’innovazione tecnologica è poi un elemento fondamentale, senza il quale non possiamo andare avanti”.

“La Consulta delle Fondazioni – ha osservato Umberto Nazzareno Tonti, past president Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre – è sempre stato un luogo eccezionale sotto il profilo dell’analisi delle necessità del contesto regionale e ha ritenuto questo progetto formativo una best practice su cui investire. ITS sta facendo un percorso importante, che pone l’Umbria ai primissimi livelli nazionali. A testimonianza che quanto è stato fatto e si sta facendo è fatto bene. ITS deve diventare un modello che certamente dobbiamo ampliare, anche andando a individuare insieme quali saranno le professioni del futuro. I giovani devono crederci perché in questa realtà c’è la possibilità di un processo formativo rapido, molto pratico che offre da subito opportunità lavorative”.

“Le istituzioni – ha affermato Michela Sciurpa, amministratore unico Sviluppumbria – credono nei giovani e ITS offre una formazione specialistica di cui le nostre imprese hanno bisogno. Occorre avvicinare il mismatch che esiste tra formazione e imprese. I trend del mercato sono quelli dell’innovazione, della tecnologia e dello sviluppo sostenibile che racchiude sostenibilità economica, sociale e ambientale. La formazione dei giovani è importante per tutti noi ed è possibile senza dover andare altrove, ma studiando in una realtà sana come quella rappresentata da ITS e dal nostro territorio. Le istituzioni stanno dialogando in maniera sinergica e questo convegno è il risultato di questo dialogo. Sviluppumbria favorisce la creazione di start up e accoglie nuove imprese innovative anche presso la sede di Foligno. I ragazzi formati da ITS potranno lavorare per le imprese umbre o diventare loro stessi imprenditori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, ITS Umbria Smart Academy e Fondazioni Casse di Risparmio a confronto: "La carta vincente è la formazione professionale: i dati"

PerugiaToday è in caricamento