Eventi

Viva la la Rai... a Perugia, celebrazione di un importante anniversario fra giornalismo e spettacolo

L’organizzazione si deve alla sezione di Perugia di Rai senior con Mirco Bigini, fiduciario, e Maria Gherbassi, vice fiduciaria

Viva la Rai e la sua presenza a Perugia. Se sessanta anni vi sembran pochi. Celebrazioni di un importante anniversario per l’informazione e lo spettacolo.

Era esattamente il 3 ottobre del 1959, quando fu inaugurata la sede regionale RAI dell’Umbria, nella centralissima via Baglioni. Ci ricorda Gino Goti: “Il primo e immediato impegno nazionale fu il collegamento radiofonico da Assisi, il giorno successivo, per la festa di San Francesco e la consegna dell’olio da parte di una regione per alimentare la lampada del santo”.

Goti è stato figura di riferimento della Rai, soprattutto come regista e reporter di cronaca e di sport. La sua competenza nel ciclismo, che ha pure costantemente praticato, lo ha messo in contatto coi grandi come Bartali e Gimondi. Ma si è occupato anche di spettacolo, collaborando coi maggiori registi, attori e autori a livello nazionale.

Ora, insieme a Raisenior, l’associazione degli ex dipendenti RAI e dei dipendenti in servizio da almeno 15 anni, Gino Goti ha organizzato un incontro-apericena tra ex dipendenti, dipendenti e collaboratori. Non un semplice “come eravamo”, ma un’occasione per fare il punto su persone e personaggi, su bilanci e prospettive (Goti è ancora attivissimo film maker, agenzia stampa ponteggiana… e non solo).

Proprio nella sede della Pro Ponte in via Tramontani, 5, a Ponte San Giovanni, stasera si incontreranno dirigenti, tecnici, amministrativi, impiegati, ricordando i momenti della sede perugina della Rai con video e audio dei primi anni di attività.

Goti dispone peraltro di registrazioni esclusive recuperate… dal cestino. Il come e il quando ce lo spiegherà lui stesso.

Sono stati invitati anche attori e artisti (Adello Baldoni, Mariella Chiarini, Sergio Tardioli, Ezio Ranaldi, Fausta Bennati) che diedero vita alla trasmissione “Qua e là per l’Umbria”, il programma radiofonico (durato un ventennio: 1959-1979), a cura della redazione giornalistica di sede che, con le scenette di Franco Bicini interpretate da Pompeo, Catterina, Poldino, Bossolino, Ernestino e Menichino, richiamava - ogni domenica - migliaia di radioascoltatori.

Verranno proposti video e audio, ma anche collegamenti con personaggi impegnati nel lavoro o lontani da Perugia. L’organizzazione si deve alla sezione di Perugia di Rai senior con Mirco Bigini, fiduciario, e Maria Gherbassi, vice fiduciaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viva la la Rai... a Perugia, celebrazione di un importante anniversario fra giornalismo e spettacolo

PerugiaToday è in caricamento