Uno scultore accreditato (Massimo Arzilli) e un architetto di grido (Gian Piero Giannoni) in mostra, insieme, all’Hotel Brufani

Operazioni diversissime, quelle dei due artisti, ma proprio per questo complementari e interessanti per gli ospiti e per i visitatori che vengono accolti gentilmente dal personale per tutta la giornata

Uno scultore accreditato e un architetto di grido in mostra, insieme, all’Hotel Brufani. Lo scultore è Massimo Arzilli, già docente presso l’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” e autore di una quantità di opere in musei e spazi pubblici in Italia e all’estero. Suo, fra l’altro, il San Lorenzo con graticola, permanentemente affacciato alla vetrina della BCC di piazza IV Novembre.

Gian Piero Giannoni è architetto, apprezzato a Perugia e in tutto lo Stivale. In questa mostra si propone in veste di acquarellista. Le sue opere raccontano scorci perugini, ma anche architetture classiche della Capitale, descritte con minuziosa attenzione ai particolari.

Giannoni propone anche una serie di spiritose immagini guerresche di taglio fumettistico. Dice: “L’idea mi è venuta vedendo, e apprezzando, dei disegni per animazione. Così mi diverto a inventare personaggi bizzarri con armi e tenute stranissime”. In mostra anche piccole caricature, realizzate con grafica essenziale e concezione arguta.

Arzilli, oltre alla pietra, alle fusioni in bronzo, alla modellazione e scultura realizzata con ogni tipo di materiale, stavolta rende omaggio alla lunga esperienza di poligrafico. Propone infatti dei dolmen realizzati in materiale cartaceo di varia consistenza. Le forme terminano in lance colorate oppure hanno in cima degli scrigni cartacei, variopinti, proposti in forma di brillante.

Operazioni diversissime, quelle dei due artisti, ma proprio per questo complementari e interessanti per gli ospiti e per i visitatori che vengono accolti gentilmente dal personale per tutta la giornata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento