L'Umbria esorcizza la paura del terremoto con un evento tutto da vivere: appuntamento a Preci

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    Preci
  • Quando
    Dal 26/05/2017 al 28/05/2017
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Si intitola “Balla la terra” e avrà per protagonista la musica tradizionale delle regioni del cratere del terremoto del Centro Italia la quinta edizione di “Tradizioni di maggio”, dal 26 al 28 maggio a Preci, una delle aree colpite dagli eventi sismici del 2016 e che proprio alla musica e alla cultura tradizionale dal 2010, per quattro anni, aveva dedicato un festival di successo. “Dopo il sisma – ha detto il sindaco di Preci, Pietro Bellini, presentando stamani il programma nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Donini – abbiamo voluto riproporre il festival con un valore aggiunto, racchiuso anche nel titolo forte ‘Balla la terra’. La terra ‘balla’ e vogliamo ballare anche noi, quale segno di rinascita e della voglia di ripartire. Con questa manifestazione vogliamo tracciare una linea di demarcazione fra l’evento sismico, la fase emergenziale dalla quale siamo usciti, e il percorso di ritorno alla normalità su cui ci siamo avviati”.

“Saranno quattro le regioni che ‘ballano’ – ha specificato – Oltre all’Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo, legate da cultura, valori tradizionali, radici e dalla volontà di ricostruire, guardando oltre il terremoto. Il festival – ha aggiunto – offrirà l’occasione per venire in Umbria e conoscere da vicino la realtà dei nostri territori, di Norcia, Preci e Cascia, che stanno ripartendo e hanno bisogno del sostegno dei visitatori. ‘Tradizioni di maggio’ è il punto di partenza di una serie di iniziative legate alla tradizione e alla cultura, per invitare alla riscoperta del territorio e dei suoi tesori d’arte, dei suoi saperi e dei suoi sapori. Da parte della comunità c’è stata una reazione forte – ha proseguito – con le attività locali che si stanno adoperando al meglio per la riuscita della manifestazione. A disposizione anche spazi e strutture per mangiare e dormire”.

Il sindaco di Preci ha voluto ringraziare “in particolare la Regione Umbria, per il determinante sostegno che ha consentito la realizzazione di questa quinta edizione del Festival”, insieme al “Cedrav, a Sonidumbra e a tutti coloro che con il Comune di Preci hanno messo in piedi questa straordinaria manifestazione che, ci auguriamo, abbia grande successo”.

“Balla la terra” è “un modo per cantare, ballare, ma anche esorcizzare la paura del terremoto, presente nella storia di questa zona – ha sottolineato il responsabile artistico del Festival, Marco Baccarelli – A Preci si ritroveranno tutti i soggetti che ruotano attorno al folk, dai gruppi spontanei ai cantori tradizionali delle serenate, dai musicisti professionisti agli accademici universitari: la formula più efficace per valorizzare il territorio con le vecchie e nuove tradizioni”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • A Montone torna il Mercato dei Sapori tutte le domeniche fino a settembre

    • dal 31 May al 6 September 2020
    • Piazza Fortebraccio
  • Laguna Park, una vera e propria "Trasimenide" tra natura, divertimento e relax con vista sul Trasimeno

    • dal 6 al 30 August 2020
    • Laguna Park
  • "A cena con l'arte", quattro serate per scoprire il Santuario di Mongiovino e i suoi dintorni in maniera speciale

    • dal 17 July al 28 August 2020
    • Santuario di Mongiovino
  • Sere FAI d'estate, si comincia il 18 Luglio con la "Bat Night" al Bosco di San Francesco

    • dal 18 July al 22 August 2020
    • Bosco di San Francesco Assisi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    PerugiaToday è in caricamento