menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Umbria Poesia, i grandi versi saranno contaminati da musica, danza e arte: il programma

“Umbria Poesia” è una meritoria associazione che si propone di far luce sul valore della poesia come arte in grado di parlare alla gente, creando uno spazio di incontro fra poeti e pubblico. Questo il senso degli incontri presso Umbrò, partecipati da tanta “gente comune”. Anche per il programma del prossimo anno – che si dipanerà da gennaio a giugno 2017 – sono previste nuove e interessanti iniziative.

Ce ne parla Maria Borio, giovane e sensibile studiosa, validamente affiancata da altre poetesse come Costanza Lindi, Barbara Bracci, Elena Zuccaccia. Gruppo validamente supportato da scrittori e accademici dello Studium perusinum (Donato Lo Scalzo, Carlo Pulsoni), da musicisti (Mirco Bonucci), da esponenti del milieu politico locale (Nicola Mariuccini).

Presso i locali di Umbrò, conferenza stampa (con Maria Borio, Costanza Lindi e Elena Zuccaccia) per fare il punto sul primo anno di attività, che ha visto, come ospiti, nomi tra i più significativi della poesia italiana contemporanea: Antonella Anedda, Franco Buffoni, Maria Grazia Calandrone, Umberto Fiori.

Dice Maria Borio: “Per un dialogo e un confronto tra l’arte e le voci del territorio, le realtà culturali locali e quelle nazionali e internazionali, gli appuntamenti di “Umbria poesia” riprenderanno il 24 gennaio con Antonio Riccardi, figure tra le più importanti dell’editoria italiana, Gian Mario Villalta, direttore del festival Pordenonelegge, e la giovane autrice Giulia Rusconi, sul tema “Poesia e Suono”, che apre il nuovo ciclo di ibridazione tra le arti, per legare la scrittura a una riflessione sul ritmo e sulla composizione musicale”

Altri appuntamenti? Il 21 febbraio uno speciale con Milo De Angelis, insieme all’attrice Viviana Nicodemo, sul tema
“Poesia a Padri”. Su un orizzonte più ampio? Il 14 marzo, proprio in concomitanza con la ricorrenza dei trattati d’Europa, la poesia si apre all’attualità: “Poesia e Europa” sarà infatti il tema di un appuntamento che combina prospettive infra ed extraletterarie, con il poeta inglese Jamie McKendrick, Anna Maria Carpi, poetessa, germanista e traduttrice di molte nuove voci di area linguistica tedesca, e Italo Testa, tra gli autori italiani più significativi della generazione dei nati negli anni Settanta”.

Altre contaminazioni? “L’11 aprile, il tema “Poesia e Danza” ci proietta in una dimensione del corpo come totalità espressiva. Interventi di Stefano Dal Bianco, docente di stilistica all’Università di Siena, e dei giovani autori Tommaso Di Dio e Anna Belozorovitch”.

Ci sarà ancora spazio per la poesia nelle lingue locali? “Il 16 maggio sarà riproposto, come nel 2016, un incontro sul tema del dialetto, mescolando varie aree geografiche italiane: il Nord Est con Luciano Cecchinel, l’Umbria con Giampiero Mirabassi, e il Salento con Vincenzo Mastropirro”.

E a chiudere? “A giugno, infine, a concludere questa prima parte dell’anno, il tema “Poesia e Madri”, in dialogo speculare con l’incontro invernale di Milo De Angelis. Ci saranno la poetessa Biancamaria Frabotta, e i giovani Federico Scaramuccia ed Elena Zuccaccia”. È previsto il coinvolgimento dei giovani delle scuole? “Certamente. Il programma prevede incontri preliminari tra gli autori e i ragazzi del Liceo Pieralli, grazie al prezioso lavoro del professor Sergio Pasquandrea e altri suoi colleghi”. Resta da aggiungere che la partecipazione agli incontri è a ingresso libero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento