Eventi

Umbria che spacca, con “StageGPT” l’Intelligenza artificiale irrompe nel cartellone del festival

Il nuovo palco ospiterà 5 panel per andare alla scoperta delle ultime novità nel mondo dell'IA applicata alla musica e non solo

Anche l'Intelligenza Artificiale andrà in scena durante “L’Umbria che Spacca”. L’undicesima edizione del festival in programma a Perugia dal 3 al 7 luglio sarà caratterizza infatti dalla novità dello “StageGPT”. Una settimana all'insegna dell'innovazione con il nuovo palco, ad ingresso libero, dedicato all'IA organizzato in collaborazione e con il sostegno della Regione Umbria. 5 giorni di panel, uno ogni giorno, con ospiti eccezionali che guideranno gli utenti alla scoperta delle ultime novità nel mondo dell'IA applicata alla musica e non solo.

Il luogo scelto per lo svolgimento degli incontri è Tangram aps (via Bonfigli 12 a Borgo XX Giugno), con inizio alle ore 16. Si comincia mercoledì 3 luglio, “L’AI come partner aziendale”, con le aziende Eagleprojects e Balzo. Giovedì 4 luglio, “AI e istruzione”, con Damiano Avellino (Founder di "Memoraiz"). Venerdì 5 luglio, “Lo stregatto – AI italiana open source più famosa al mondo”, con Piero Savastano (Founder de Lo Stregatto). Sabato 6 luglio, “Si diventa famosi con l’AI”, con Elvis Tusha (Consulente in Digital Trasformation & Creators). I panel saranno moderati da Giovanni Lo Leggio. L’ultimo invece, con Centrifuga Podcast, è in programma domenica 7 luglio e con il titolo “L’AI nel mondo della musica”: interverranno Everything Is Italian (Instagram page) e Quattro Giornate (Producer).

“StageGPT” è quindi uno degli 8 palchi che quest’anno contraddistinguono l’undicesima edizione de “L’Umbria che Spacca”. Altra novità è quella del già annunciato “UniStraPg Stage”, primo palco di divulgazione sociale de “L’Umbria che Spacca” realizzato in collaborazione con l’Università per Stranieri di Perugia: violenza di genere, diseguaglianze e disparità nel mondo culturale, eventi culturali e accessibilità, sono i temi che verranno affrontati il 3, 4 e 5 luglio nel rooftop di Palazzo Gallenga (dalle ore 18, ingresso libero).

Naturalmente ci sarà il “Main Stage” dei Giardini del Frontone (dove sono attesi tra gli altri gli headliner Colapesce Dimartino, Fulminacci, Mahmood, Salmo e Noyz Narcos, La Sad, Vanilla e Bambole di Pezza).

Torna anche il palco (ingresso libero) che ospita i più incredibili party ed eventi made in Umbria: “UniPg Stage”, realizzato in collaborazione con l'Università di Perugia nell’area esterna del Complesso Monumentale di San Pietro (parcheggio della facoltà di Agraria), sarà anche la cornice per le finali di Unimusic, il contest universitario a cura di Adisu nelle serate del 5 e del 6 luglio.

Il festival ripropone anche gli ormai immancabili concerti del pomeriggio targati “La Galleria che Spacca” in collaborazione con la Galleria nazionale dell’Umbria (Enrico Nigiotti, Dente, Michelangelo, Nada) e quelli all’alba all’Orto Medievale in collaborazione con il CAMS - Centro di Ateneo per i Musei Scientifici per il “Garden Stage” (Casadilego, Micah P. Hinson, Any Other).

I biglietti del festival sono in prevendita online su www.umbriachespacca.it e nei punti vendita autorizzati.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria che spacca, con “StageGPT” l’Intelligenza artificiale irrompe nel cartellone del festival
PerugiaToday è in caricamento