menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasce in Umbria il primo crossodromo italiano ad impatto zero: ecco di cosa si tratta

L'iniziativa nasce per volontà della Uisp Corciano che che vuole dimostrare tutta la sua sensibilità sostenendo una nuova pratica sportiva (ad impatto zero) che possa addirittura anticipare la mobilità del futuro

Giunge alla decima edizione il Motofestival, nato nel 2006 come contenitore/evento della Lega Motociclismo Uisp regionale umbra che organizza questa festa a conclusione dell'attività annuale. L’evento si svolgerà nei giorni 5 e 6 dicembre a San Mariano di Corciano (Pg) e come sempre ci saranno le premiazioni dei vari trofei regionali insieme quest’anno a due eventi particolari, entrambi dedicati alle moto off road a propulsione elettrica: 1- test in pista con la possibilità di provare le moto elettriche ktm freeride, 2-contest/trofeo motocross femminile ktm freeride e (elettrica).

La scelta consapevole di stili di vita sostenibili che Uisp promuove da sempre, oggi si impone all'attenzione del motociclismo che vuole dimostrare tutta la sua sensibilità sostenendo una nuova pratica sportiva (ad impatto zero) che possa addirittura anticipare la mobilità del futuro prossimo venturo. In questa ottica si pone il progetto di recupero dell'impianto sportivo di San Mariano, che con il sostegno dell'amministrazione comunale di Corciano, potrebbe diventare il primo crossodromo dedicato esclusivamente alle moto elettriche in Italia.

L’Uisp è un Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal Coni che raccoglie ed organizza la domanda di partecipazione attiva allo sport tramite le Società sportive che si impegnano sul territorio con proposte, progetti ed idee. Il contributo che intende offrire alle istituzioni e al governo locale si concretizza nella determinazione delle politiche pubbliche in materia di sport, salute, ambiente, inclusione, coesione sociale, educazione. Gli strumenti essenziali sono la prevenzione e la promozione della salute, di corretti stili di vita che necessitano di investimenti in formazione e cultura per una sostenibilità dell'intero sistema sportivo e ambientale.

La Lega Motociclismo Uisp Umbria raccoglie questi principi generali occupandosi della pratica e dello sviluppo dell'attività motociclistica nella regione con un'esperienza di oltre trenta anni. Attraverso le attività organizzate e gli impianti gestiti dalle sue 26 Società affiliate, può contare su una base attiva di partecipanti costituita da più di 500 soci.

Il Moto Club "No Limits" di San Mariano gestisce da molti anni un impianto di Motocross che può essere considerato un piccolo gioiello sia per la sua posizione che per l'affidabilità della sua gestione sportiva. La massiccia urbanizzazione avvenuta negli ultimi anni a ridosso della pista ha creato non pochi problemi alla sua stessa sussistenza, tanto che, nonostante le limitazioni d'uso ad orari sempre più ristretti, la pista è stata chiusa causa il rumore prodotto dai motocicli.

“Per risolvere il problema oggi possiamo realizzare, con il concorso dell'Amministrazione comunale di Corciano un progetto innovativo sfruttando la tecnologia dei nuovi mezzi meccanici a propulsione elettrica - afferma Francesco Corsini, Lega Motociclismo Uisp Umbria - il nuovo mercato delle moto elettriche ci offre la possibilità di riqualificare la  struttura sportiva eliminando l'inquinamento acustico e non solo, perchè di fatto con l'accesso esclusivo a tali mezzi avremo una pista da motocross ad impatto ambientale ridotto al minimo e con zero emissioni inquinanti”.

“Il progetto riguarda la conversione permanente del crossodromo di San Mariano – continua Francesco Corsini – in questo modo, risolvendo i problemi di inquinamento acustico che hanno determinato la sospensione dell'attività sull'impianto in questione, il Comune rilascerà le autorizzazioni necessarie alla riapertura del crossodromo ad uso esclusivo dei mezzi a propulsione elettrica. Pur non escludendo eventi agonistici, la destinazione d'uso assumerà un carattere decisamente propedeutico alla pratica sportiva come avviamento alle discipline del fuoristrada per i più giovani con appositi corsi, insieme al noleggio rivolto ad una più ampia base di praticanti. L’opportunità è quella di creare sul territorio un impianto sportivo di Motocross dove si possano promuovere attività e manifestazioni per tutti i cittadini con tutte le garanzie sulla sua sostenibilità ambientale”.


Le condizioni per il successo del progetto sono la convergenza di interessi degli attori in campo: Comune, Moto Club, Uisp, costruttore e concessionario di zona. “La nostra proposta si avvale del sostegno del più grande costruttore europeo di moto off-road - KTM (il primo a rilasciare in produzione di serie moto elettriche), del suo concessionario di zona Manicinelli Motors, dell'Uisp con il Moto Club "No Limits" di San Mariano – aggiunge Francesco Corsini - con la riqualificazione della pista di San Mariano convertita esclusivamente alle moto elettriche potremo avere il primo impianto in Italia ad impatto zero. L’obiettivo è promuovere un nuovo modello di sport motoristico, che ci contraddistingua nella proposta innovativa rivolta ad una base di praticanti sempre maggiore perchè consapevole dei nuovi modelli di sviluppo sostenibile”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento