"Tutti i colori del buio": la Lega del Filo D'oro continua a promuovere il testamento solidale per aiutare chi soffre

Oltre 900 gli utenti seguiti dall'Associazione che si occupa di persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e delle loro famiglie, fornendo assistenza in tutta Italia.

Secondo le indagini di indagini GfK Italia per Comitato Testamento Solidale, quando si tratta di scegliere a chi lasciare parte del proprio patrimonio, sempre più Italiani scelgono il testamento solidale. La Lega del Filo d'Oro rientra tra le preferenze dei nostri connazionali.

Il numero più alto di donatori che hanno inserito la Lega del Filo d'Oro nel testamento si registra in Lombardia (nel 25% dei casi), seguita da Marche (nel 15% dei casi), Lazio (14%), Toscana e Piemonte (entrambe il 7% del totale). Per raccontare a chi ancora non sa a cosa si può contribuire con un lascito solidale nel testamento e far riflettere sulla sua importanza per la vita delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e delle loro famiglie, la Lega del Filo d'Oro lancia la quarta edizione della campagna di informazione e sensibilizzazione "Tutti i colori del buio”. Testimonial l'attore Neri Marcorè.

Sebbene il primo lascito solidale ricevuto dalla Lega del Filo d'Oro risalga al 1965, continua a crescere il numero delle persone che scelgono di ricordare la Lega del Filo d'Oro nelle ultime volontà. Con oltre 8 milioni di euro raccolti nel 2018, i testamenti solidali rappresentano una delle principali forme di sostegno per le attività dell'Associazione.

La generosità di tanti Italiani che hanno inserito la Lega del Filo d'Oro nelle ultime volontà, ha consentito all'Associazione di crescere. Ha contribuito a portare a termine la costruzione del primo lotto del nuovo Centro Nazionale e ne continua a sostenere il proseguimento dei lavori. Ha permesso la realizzazione del Centro Socio Sanitario Residenziale di Lesmo, attivo dal 2004 e la piscina per l'idroterapia, il parco esterno e gli interventi di miglioramento del Centro Socio Sanitario Residenziale di Molfetta, aperto nel 2007. Inoltre l'ampliamento della struttura del Centro di Termini Imerese, attivo dal 2010 con la realizzazione di due edifici in cui si trovano la piscina e la mensa e la costruzione del Centro Socio Riabilitativo Residenziale di Modena, operativo dal 2013.

 Per informazioni: https://lasciti.legadelfilodoro.it/ o contattare il numero 800 969600.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento