Venerdì, 19 Luglio 2024
Eventi Gualdo Cattaneo

Turisti e stranieri tra il "popolo di Porchettiamo" nell'edizione del ritorno: anche un gemellaggio culinario internazionale

Nei borghi di Gualdo Cattaneo e San Terenziano una tre giorni di successo all'insegna della convivialità, l'elemento che più ha fatto sentire la sua mancanza nei due anni di pandemia

Dopo l'assenza forzata degli ultimi due anni, che ha tenuto lontani da San Terenziano gli amanti della porchetta, si è tornato a svolgere "Porchettiamo", un evento all'insegnadel cibo più autentico condiviso con gioia da una comunità di affezionati non solo del posto

L’amore della gente verso “Porchettiamo, il festival delle porchette d’Italia” si è infatti confermato essere ancora il punto di forza di questa manifestazione. L'aspetto della condivisione resta infatti fondamentale e l'essenza stessa di questo evento

Tutti hanno parte attiva in Porchettiamo: produttori e artigiani, abitanti del territorio e turisti, visitatori occasionali e fissi che hanno animato le piazze e i vicoli di San Terenziano di Gualdo Cattaneo per la 12esima edizione, appena conlcusa. Tante le presenze anche da fuori regione, dal Lazio soprattutto, e molti i turisti stranieri che sono arrivati al piccolo borgo umbro dal 17 al 19 giugno scorsi.

Sono tornate “le” porchette, nelle loro numerose varianti, cotture, ingredienti e ricette territoriali, per rappresentare così i diversi modi di interpretare questo straordinario cibo popolare. Ma come sempre le porchette non erano sole, ma hanno rappresentato il vertice di un programma arricchito da tanti appuntamenti.

“Porchettiamo&Friends”, nell’incantevole Giardino del Castello, per dare alternative e complementarietà al principe del panino, quello con le porchette, grazie a cibi di strada succulenti come il lampredotto toscano, la trippa, gli arrosticini, la torta al testo, le olive ascolane, la salsiccia calabrese, anche in abbinamento a cocktail originali.

È toccato invece agli chef di “In punta di porchetta” elaborare varianti fantasiose e piccoli esperimenti culinari, così da creare panini originali e cartocci ma sempre al servizio del gusto, liberamente ispirati alla porchetta.

Circa gli abbinamenti, i partner principali dei cibi presenti a San Terenziano sono stati i grandi vini del territorio, grazie alle proposte dell’Enoteca della Strada del Sagrantino, e la gioiosa e colorata truppa di birre artigianali selezionate da Fermento Birra, storico e autorevolissimo partner dell’evento che ha permesso di spaziare fra stili e aromi di questa speciale bevanda.

Gemellaggio internazionale all'insegna del buon mangiare

L'edizione 2022 di “Porchettiamo” ha inoltre sancito un gemellaggio internazionale all’insegna del gusto tra la Porchetta e la Carnitas, tra Gualdo Cattaneo e la città messicana di Sauhayo, dove questo cibo tipico si conusma. La cucina messicana, in particolare quella con il maiale, è stata dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO e Sahuayo è il luogo più rinomato e celebre del Messico dove si prepara la Carnitas, piatto accompagnato con le tapas.

Nel borgo di San Terenziano non sono mancati musica, giochi e iniziative per tutti e di tutti i generi, come le passeggiate con “pig-nic” e quelle alla ricerca della storia della porchetta a Grutti.

Soddisfatta quindi l’organizzatrice Anna Setteposte dell’agenzia Anna7Poste Eventi&Comunicazione Srls (specializzata in eventi food & beverage) che, con la collaborazione del critico enogastronomico Antonio Boco, è riuscita nel corso degli anni a fare crescere il festival portandolo alla ribalta nazionale e non solo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turisti e stranieri tra il "popolo di Porchettiamo" nell'edizione del ritorno: anche un gemellaggio culinario internazionale
PerugiaToday è in caricamento