menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffe a malati ed anziani, un fenomeno in crescita: appuntamento su Tef channel

La denuncia di Andrea Zicchieri affetto da Sla :" Ho sperato nel trapianto, ma sono stato raggirato"

In difesa delle categorie più deboli, pazienti affetti da  patologie gravi , disposti a tutto pur di alimentare prospettive  di una migliore qualità della vita, ed anziani sempre più  bersaglio costante di truffe sempre più sofisticate.

Quello delle truffe è il tema, sempre più  di stretta attualità, che  la  trasmissione Testimonianze dall’Umbria in onda su Tef channel martedì 20 Dicembre alle ore 21.30 (piattaforma Sky 831 )  affronta con Andrea Zicchieri, presidente di SLAncio, associazione che si occupa di assistenza ai malati di una  malattia  degenerativa per la quale la ricerca non ha ancora trovato soluzioni efficaci. Zicchieri, costretto in carrozzella da un paio d’anni, combatte strenuamente la sua battaglia, anche dopo  i negativi risultati della cosiddetta “cura Vanoni”, proibita in Italia, ma  praticata in Georgia, meta di  continui  pellegrinaggi di malati di Sla provenienti da ogni parte del mondo.  Zicchier, nella trasmissione condotta dal giornalista  Mario Mariano, racconta  speranze e delusioni e per amplificare la propria denuncia ha chiesto il supporto di Flavia Filippi, inviata de La 7  che  ora si fa portavoce di altri pazienti :” Ero partito per la Russia con grande fiducia, convinto che il trapianto di cellule staminali  mi avrebbe  assicurato  un futuro migliore,  ma purtroppo non è stato così,  ed ora più che mai il mio impegno è quello di tenere allontanare  falsi profeti, venditori di speranze.

"Voglio combattere la mia battaglia con i medici del servizio sanitario pubblico, con l’aiuto delle istituzioni che ci stanno ascoltando ed incoraggiando “.  Nella sua quotidiana lotta contro una malattia sempre più in diffusione anche in Italia –in Umbria è di  8-10  nuovi casi ogni anno- , Zicchieri  è affiancato da un gruppo di amici con una  associazione di oltre 300 iscritti in pochi mesi di vita ;e tra questi Costantina Cascavilla, organizzatrice della presentazione di  SLAncio , avvenuta l’estate scorsa a Passignano. “ Ho conosciuto Andrea quando era in piena salute, ma lo spirito di combattente gli è rimasto appiccicato addosso - dice Cascavilla-.E’ diventato un punto di riferimento per tutti :chi entra in contatto con lui  riceve una carica incredibile  per quei meccanismi che la mente umana riesce ancora a regalarci”.

Tra gli ospiti della trasmissione anche  Francesco Caccetta, sottoufficiale  dell’arma dei Carabinieri e  vicepresidente dell’Associazione Controllo del vicinato, autore di libri che propongono  il ritorno alla solidarietà tra  cittadini :, “un patto di alleanza per difenderci dai crimini più abbietti come  sono quelli legati alla  sopraffazione delle categorie più deboli”. In questa operazione di rinnovamento culturale  nella gestione dei rapporti tra cittadini, Caccetta è affiancato da Maria Grazia Catanzani, editore-giornalista, che sottolinea: “Esiste una sola arma per tenere lontani rapinatori e truffatori , il ritorno alla frequentazione attiva tra famiglie, il controllo vigile; dobbiamo convincerci che l’era delle porte blindate è tramontata, perché ci ha   regalato solo l’illusione di sentirci protetti”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento