Eventi

Partecipatissima anteprima del Trasimeno Music Festival nel borgo di San Savino

Numerosissimo il pubblico, composto in maggioranza da stranieri, per il primo concerto dell'evento creato da Angela Hewitt

Partecipatissima anteprima del Trasimeno Music Festival, creatura della pianista canadese Angela Hewitt, nel borgo di San Savino. Numerosissimo il pubblico, composto in maggioranza da stranieri. Merito della straordinaria comunicatrice Patrizia Cavalletti che da anni cura l’ufficio stampa della manifestazione, promuovendola instancabilmente e con livelli di informazione d’eccellenza.

Tradizionale accoglienza enogastronomica sansavinese che testimonia l’ospitalità generosa della gente di Maurizio Orsini, coinvolta in massa per fare bella figura, come di consueto.

Sotto l’antica torre, nella piazzetta del castello, si è esibito il Quartetto Fauves (Rita Mascagna e Pietro Fabris, violini, Elisa Floridia, viola, Giacomo Gaudenzi violoncello), reduce da successi internazionali: dal Festival dei due Mondi all’Hannover Kammermusik.

In programma Haydn e Schubert, la cui memorabile esecuzione è stata disturbata dalla punteggiatura del vento che faceva volare gli spartiti. Con l’unico vantaggio di un modesto refrigerio in questa rovente estate.

Il quartetto, peraltro, è partner in un’ardita sperimentazione col progetto “Suonare gli alberi monumentali d’Europa”, che incrocia natura e tecnologia. Si tratta di un’inedita esperienza per portare alla luce la “voce” di questi alberi secolari, in un inimmaginabile dialogo con gli strumenti musicali e attraverso strumenti di sofisticata tecnologia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partecipatissima anteprima del Trasimeno Music Festival nel borgo di San Savino

PerugiaToday è in caricamento