Antichi mestieri, corteo storico e giochi, La guerra del sale ha fatto centro: "Successo straordinario"

Sfiorate le 10mila presenze nella due giorni - sabato 10 e domenica 11 Novembre- della rievocazione storica “La guerra del sale” a Torgiano

Sono state sfiorate le 10mila presenze nella due giorni (sabato 10 e domenica 11 Novembre) della rievocazione storica “La guerra del sale”: “un successo straordinario – afferma il sindaco Marcello Nasini – che ha coinvolto l’intera comunità torgianese, dalle associazioni, ai commercianti, ai cittadini. E’ proprio dalla battaglia del sale che, a Torgiano, dal 1540 si celebra l’Infiorata. La Guerra del sale è un evento storico, culturale, che rievoca importanti tradizioni, capace di incidere profondamente sullo sviluppo economico, turistico e sociale del territorio.

Lasciamo in eredità alla prossima Amministrazione comunale un grande evento che è patrimonio non solo di Torgiano, ma di tutta l’Umbria”. Il bilancio della prima edizione “va ogni oltre aspettativa – commenta l’assessore Tatiana Cirimbilli – tanto che con le associazioni abbiamo pensato di creare un ente per la gestione futura della manifestazione. Questa edizione dovrà essere la prima di tante”.

Entusiasmo è stato espressamente manifestato all’assessore Cirimbilli anche da parte dei commercianti, secondo cui “non si era mai vista una manifestazione con tanto appeal”. Tra gli stand, quello degli assaggi di vino ha terminato da subito lo speciale bicchiere realizzato a mano con lo stemma della Guerra del sale.

Un lungo corteo storico, con più di 100 figuranti - provenienti oltre che da Torgiano, anche da Perugia 1416, Acquasparta e Leonessa - è partito dalla Torre dei Baglioni e ha attraversato il centro storico, fino a tornare in piazza Baglioni. Qui, nel pomeriggio del sabato, gli sbandieratori di Città della Pieve hanno incantato il pubblico presente e il direttore artistico Gianluca Foresi ha introdotto, con la sua straordinaria dialettica e capacità artistica, “La tenzone del sale”, con il giornalista Roberto Conticelli in rappresentanza dei Farnese e Riccardo Marioni per i Della Corgna: i due si sono sfidati dialetticamente su domande poste dal direttore Foresi, a ricostruire la scena del tempo.

Lungo le vie principali, anche 20 stand con gli antichi mestieri, 10 di enogastronomia, musici, sbandieratori, giocolieri, falconieri, saltimbanchi, mercato, giochi ludici. Oltre al concerto di Stefano Borghi, il vincitore del primo concorso internazionale che si è svolto a Torgiano, “Città di Torgiano – Premio Ciro Scarponi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento